Marted 02 Marzo 2021

Attualità

Il 5 x 1000 al comune di Lanciano per il fondo sociale

17/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Il 5 x 1000 al comune di Lanciano per il fondo sociale

L'invito arriva dal sindaco di Lanciano Mario Pupillo: "La solidarietà in un gesto, con una firma che non costa nulla e può fare tanto".

Il Sindaco Mario Pupillo invita i cittadini a donare il 5x1000 al Comune di Lanciano per il fondo sociale a sostegno dei nuclei familiari bisognosi. Il 5x1000 è la quota dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef) che è possibile destinare, in sede di dichiarazione dei redditi, a favore di organizzazioni no profit e ad attività con finalità di interesse sociale. Devolvere il 5x1000 non costa nulla: è un'occasione importante per far rimanere immediatamente una parte delle proprie imposte nel Comune di residenza; diversamente, quel 5 per mille andrà in un fondo generale su base nazionale. Il contribuente può destinare al Comune di Lanciano la quota del 5 per mille della sua imposta sull’IRPEF apponendo la propria firma nel riquadro “Sostegno alle attività sociali svolte dal proprio comune di residenza” che figura sui modelli di dichiarazione. "La solidarietà in un gesto, con una firma che non costa nulla e può fare tanto: invito tutti a donare il proprio 5x1000 per aiutarci ad aiutare ancora di più chi in questo periodo ha subito maggiormente le conseguenze dell'emergenza economica e sociale dovuta alla pandemia da coronavirus. Grazie a tutti coloro che aiuteranno il Comune ad aiutare ancora di più chi è in difficoltà", dichiara il Sindaco Mario Pupillo.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Questa mattina si è insediato il Comitato regionale per le Comunicazioni alla presenza del Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri.

Personale del Comune in soccorso agli uffici giudiziari, via libera dalla Giunta Pupillo

L'assessore ai lavori pubblici: “Si accorciano i tempi degli interventi, a breve diversi lavori restituiranno decoro agli spazi pubblici nel cuore della città”

Offerta assistenza a 150 famiglie di tutta la provincia di Chieti.