Domenica 05 Luglio 2020

Sanità

Riorganizzazione attività chirurgica ospedali Lanciano Atessa e Vasto. Il sindaco Borrelli: “È un modo per cercare di ottimizzare le risorse, vedremo. Ma non confondiamo le attività ospedaliere con qualche prestazione ambulatoriale in più”

13/02/2020 - Redazione AbruzzoinVideo

“E' un tentativo, da parte della Asl e della Giunta regionale, di ottimizzare le risorse umane (medici e infermieri) tra i tre ospedali dell’Abruzzo meridionale. Vedremo se riuscirà”.

Così il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, commenta l'annuncio del direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, di cambiare l'organizzazione delle attività chirurgiche nei presidi di Lanciano, Atessa e Vasto. Il coordinamento – come è stato spiegato dalla Asl - sarà, “non appannaggio dei soli anestesisti, ma affidato a un delegato della direzione generale della Asl che si avvarrà della collaborazione di medici e infermieri. In sostanza sarà istituita una unità operativa complessa di Direzione medica ospedaliera Lanciano Vasto Atessa che, sulla base di precise responsabilità attribuite, assicurerà una governance efficace ai tre presidi, sganciandoli da Chieti-Ortona”. “Per quanto riguarda Atessa – prosegue Borrelli - verificheremo che non si confonda un eventuale e utile potenziamento della chirurgia ambulatoriale, che già c’è, con la “Day surgery”, disciplina ospedaliera oggi mancante per giungere a un completo e effettivo funzionamento del “San Camillo de Lellis” come presidio di area disagiata. Il momento della verifica arriverà quando il Tavolo romano di monitoraggio approverà la riorganizzazione dell’intera rete ospedaliera abruzzese, attualmente ferma perché devono ancora essere chiariti parecchi aspetti, a cominciare dai superospedali, ovvero dai Dea di secondo livello di Chieti-Pescara e L’Aquila-Teramo”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha inviato un resoconto, dove sono indicati numeri, criticità e soluzioni adottate”.

«Sono sconcertato dalla posizione assunta dal Sindaco di Vasto. Questa Direzione sta facendo salti mortali per mettere riparo in ospedale a una situazione lasciata colpevolmente in abbandono per decenni, e lui porta le carte in Procura»: il Direttore generale della Asl, Thomas Schael, ha parole durissime verso il primo cittadino in merito ai problemi strutturali del “San Pio” che hanno causato, com'è noto, il crollo parziale del soffitto in una stanza della Chirurgia, determinando il trasferimento delle degenze in un'altra ala e la chiusura della sala parto. Il tema sarà al centro di un vertice convocato per domani mattina nell’Assessorato regionale alla Salute.

Dopo un iter articolato di interventi avviati da tempo, giovedì 2 luglio alle ore 9:00, si inaugura al pronto soccorso del San Salvatore la “Stanza Rosa” per le donne e tutte le vittime di violenza. Progetto promosso dal Soroptimist Club L’Aquila

Continua l'impegno del Club frentano guidato da Alberto D'Alessandro a sostegno dell'ospedale frentano.