Giovedì 09 Luglio 2020

Sanità

Il Rotary Club Lanciano dona un ecografo al reparto di rianimazione del Renzetti

30/06/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Il Rotary Club Lanciano dona un ecografo al reparto di rianimazione del Renzetti

Continua l'impegno del Club frentano guidato da Alberto D'Alessandro a sostegno dell'ospedale frentano.

Ancora un importante iniziativa del Rotary Club di Lanciano, a sostegno dell'ospedale Frentano. E' stato infatti donato un ecografo alla Rianimazione del Renzetti. Un nuovo tassello di un'azione intrapresa dal Club per l'emergenza Coronavirus, interamente finanziata con l'esclusivo contributo dei soci, che fa seguito alla precedente donazione di un monitor multiparametrico. Complessivamente lo storico Club Rotary ha messo in campo un investimento di oltre 30 mila euro per supportare il "Renzetti" nel far fronte alla mole di lavoro generata dalla pandemia. "La Rianimazione non era dotata di ecografo - sottolinea il presidente del Rotary Club Alberto D'Alessandro - e ci siamo impegnati per rispondere all'esigenza di migliorare la capacità diagnostica e terapeutica dei pazienti ricoverati, tutti in condizioni critiche. Abbiamo ricevuto un'accoglienza calorosa da parte del personale, che ha espresso profonda riconoscenza per l'aiuto offerto dal nostro Club in questi mesi". L'attrezzatura è stata consegnata al Direttore dell'Unità operativa Daniela Albanese, alla presenza di una rappresentanza del personale. Per il Rotary, accanto al Presidente c'era Antonio Falconio, socio del Club, tornato con piacere nel reparto che aveva diretto per venti anni.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano

Potrebbero interessarti

Infiltrazioni d'acqua ripetute nel tempo e presenza di un solaio “Sapal”, materiale molto in uso negli anni ‘50 e particolarmente esposto a fenomeni di distacco: queste le cause che hanno generato il crollo di una porzione di controsoffitto in due stanze della Chirurgia dell'ospedale di Vasto, coinvolgendo anche la sovrastante Sala parto.

E' la prima volta che la Regione predispone un piano normativo su questa sindrome che colpisce sempre più persone. Soddisfatto Guerino Testa firmatario insieme a Mario Quaglieri della proposta.

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha inviato un resoconto, dove sono indicati numeri, criticità e soluzioni adottate”.

«Sono sconcertato dalla posizione assunta dal Sindaco di Vasto. Questa Direzione sta facendo salti mortali per mettere riparo in ospedale a una situazione lasciata colpevolmente in abbandono per decenni, e lui porta le carte in Procura»: il Direttore generale della Asl, Thomas Schael, ha parole durissime verso il primo cittadino in merito ai problemi strutturali del “San Pio” che hanno causato, com'è noto, il crollo parziale del soffitto in una stanza della Chirurgia, determinando il trasferimento delle degenze in un'altra ala e la chiusura della sala parto. Il tema sarà al centro di un vertice convocato per domani mattina nell’Assessorato regionale alla Salute.