Marted 12 Novembre 2019

Economia

Sevel di Atessa, adesione elevata allo sciopero proclamato dalla Fiom

19/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Sevel di Atessa, adesione elevata allo sciopero proclamato dalla Fiom

Nonostante il fermo produttivo, i Lavoratori hanno risposto positivamente allo Sciopero proclamato dalla FIOM.

Questa alta adesione manifesta tutto il malessere dei Lavoratori rispetto le nuove turnazioni. "Un segnale chiaro: i Lavoratori vogliono essere coinvolti. Un disagio che parte anche dall’incertezza sul futuro. Cosa accadrà a partire dal 2023? Si farà il nuovo furgone? Essendo il 2023 dietro l’angolo, queste sono alcune delle domande che sono emerse durante le assemblee convocate dalla FIOM. Non è possibile che l’azienda non apra una discussione sul futuro dello stabilimento dei record. L'azienda deve aprire un confronto vero sulle condizioni di lavoro, sugli orari e sul salario." La FIOM, come detto in assemblea, vuole avere un confronto con l’azienda per portare avanti le reali esigenze delle Lavoratrici e dei Lavoratori della SEVEL.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La Rete dei coworking d'Abruzzo e delle iniziative a sostegno dello smart working è stata al centro di una conferenza stampa che, ieri mattina, a Pescara, nei locali di FIRA Station, hanno tenuto l'assesore al Lavoro, Piero Fioretti, ed il presidente della FIRA, Alessandro Felizzi.

E' stato approvato dall'Assemblea dei soci, questa mattina, il bilancio di esercizio 2018 di Saga Spa, la società che, dal 1981, gestisce l'aeroporto d'Abruzzo.

L'Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Lanciano ha pubblicato questa mattina l’avviso per l'assegnazione di 13 posteggi al mercato settimanale del sabato in Piazza Unità d'Italia.

A rischio la fiera regionale del tartufo e conseguentemente la valorizzazione del prodotto tipico. A lanciare l'allarme è Fabio Cerretano, presidente dell'associazione Micologica Tartufai Abruzzesi e Giovanni Scioli presidente Coordinamento associazioni tartufai della Regione Abruzzo, che hanno rivolto un appello all'assessore regionale all'Agricoltura, Emanuele Imprudente, per evitare che quanto fatto fino a ora venga vanificato per ritardi legati a problemi burocratici.