Giovedì 06 Ottobre 2022

Cronaca

Vasto, arrestati dalla Polizia dopo un lungo inseguimento sulla Ss 16 due stranieri

27/11/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Vasto, arrestati dalla Polizia dopo un lungo inseguimento sulla Ss 16 due stranieri

In manette un serbo ed un albanese trovati in possesso di orologi e monili in oro nonché una tanica di benzina, probabile bottino di furti messi a segno.

Nell’ambito dei rafforzati servizi di controllo del territorio, disposti dal questore della provincia di Chieti, Dottor Annino Gargano, finalizzati alla prevenzione dei reati predatori, nella tarda mattinata di ieri, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di VASTO, all’altezza di via Martiri Istriani, hanno notato un’autovettura sospetta di colore nero, ed hanno quindi deciso di controllare a distanza la direzione e la destinazione del mezzo, che però non appena notata la presenza delle forze dell'ordine ha repentinamente accelerato.

Di qui è nato un vero e proprio inseguimento lungo la statale 16 da parte della Polizia che, ripetutamente, con l’utilizzo dei dispositivi sonori e luminosi, ha tentato di imporre l’alt ai due occupanti l'auto nera senza però riuscirci. Subito sono state allertate tutte le forze di polizia. Soltanto dopo 13 km di inseguimento, al limite di confine con il territorio comunale di Casalbordino, un equipaggio del posto Polfer di VASTO è riuscito a bloccare la fuga dei balordi. È stato predisposto un posto di blocco, realizzato anche con l’ausilio di un autoarticolato sposto sulla sede stradale in modo da rallentare la corsa delle vetture in transito. Tale espediente è riuscito a sortire l’effetto sperato, infatti i fuggitivi si sono visti costretti a porre fine al loro fuga e sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Polizia di Vasto.

A bordo dell’auto nera sono stati rinvenuti 615 € in contanti, tre orologi di valore, tre paia di orecchini, due braccialetti, due anelli, un ciondolo, un binocolo, un televisore al plasma da 47 pollici ed una tanica piena di 25 litri di benzina probabile provento di uno o più furti in abitazione. Giunti in Commissariato, sono stati identificati, si tratta di un serbo di 50 anni, irregolare sul territorio nazionale, con numerosi precedenti di Polizia per furto in abitazione, ricettazione, resistenza pubblico ufficiale e di un albanese di trent’anni, con un precedenti di Polizia per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, anche lui irregolare sul territorio nazionale e gravato da un provvedimento di espulsione.

Al termine delle formalità di rito i due uomini sono stati tratti in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e sono stati denunciati a piede libero per ricettazione, Su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Vasto, Dottor Michele Pecoraro, i due stranieri sono stati associati presso la casa circondariale di Vasto in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nella mattina di lunedì prossimo, 29 novembre. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo perché priva di copertura assicurativa.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Controlli massicci nei cantieri del territorio per verificare il rispetto delle regole volte ad scongiurare incidenti e morti bianche

Il Comando Provinciale di Chieti, con più operazioni, ha sequestrato circa 31.000 articoli di cancelleria, abbigliamento e vario genere, in violazione dell’art. 474 del Codice Penale (introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi) e del D.Lgs. 206/2005 (Codice del Consumo).

Una donna di 37 anni a bordo di una Twingo è rimasta ferita, sembra in maniera non grave, dopo che la sua auto, in seguito ad un tamponamento si è ribaltata.

I militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale hanno accertato, nel comune di Torrevecchia Teatina, l’illecita gestione di rifiuti costituiti da scarti di lavorazioni edili, utilizzati impropriamente per la realizzazione di un fondo stradale e di una rampa di accesso ad un impianto sportivo.