Domenica 26 Gennaio 2020

Cronaca

Truffe online, un 22enne è stato denunciato dopo aver ripulito il conto corrente di un uomo di Chieti

20/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Truffe online, un 22enne è stato denunciato dopo aver ripulito il conto corrente di un uomo di Chieti

Un giovane campano di 22 anni è stato denunciato dopo aver svuotato il conto online di un uomo di Chieti, appropriandosi di circa 20mila euro: i carabinieri della stazione di Chieti Principale lo hanno segnalato alla Procura per i reati di truffa aggravata, falso materiale, sostituzione di persona e frode informatica.

Dopo un’intensa attività investigativa, i militari hanno ricostruito il meccanismo della truffa. L’indagato, una volta individuata la vittima, si è presentato con un documento falso in un negozio di telefonia, dicendo di aver perso la sim e chiedendone una nuova facendo la portabilità del numero. A quel punto, ho preso possesso dei dati della vittima e, nel giro di pochi minuti, è riuscito a svuotarle il conto corrente online, entrando sulla sua home banking. Quando il malcapitato si è accorto che il suo numero di telefono non funziona più, apparendo come disabilitato, era ormai troppo tardi. Ma i carabinieri, attraverso le indagini telematiche, sono riusciti a risalire all’autore della truffa.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti Carabinieri

Potrebbero interessarti

Sequestrati prodotti di marchi molto noti, risultati di "ottima fattura". Denunciato un macedone.

Con l’inizio della stagione sciistica, nei comprensori di Roccaraso, Pescocostanzo, Ovindoli, Rocca di Mezzo e Campo Imperatore, i carabinieri sciatori del Comando Provinciale di L’Aquila hanno ripreso l’attività di vigilanza e soccorso sulle piste presidiando i punti di partenza e di arrivo degli impianti di risalita.

I Controlli dei vigili contro l' abusivismo, eseguiti in tutti i mercati cittadini su richiesta del Comune, saranno inplementato nei prossimi mesi.

Dopo numerose segnalazioni sono scattate le indagini dei militari dell'Arma culminate con un blitz dei militari nei Giardini Eden dove un 17enne spacciava hashish e marjuana ai suoi coetanei.