Mercoledì 18 Maggio 2022

Cronaca

Rinvenuto cadavere al confine tra Abruzzo-Molise, romeno ucciso di botte

29/09/2015 - Redazione AbruzzoinVideo

 Il cadavere di un uomo di nazionalita' romena e' stato rinvenuto la scorsa notte intorno alle 24 nelle campagne tra San Salvo e Montenero di Bisaccia (Campobasso) al confine tra Abruzzo e Molise. Il corpo, tumefatto, e' stato identificato in Ion Situ, 46 anni. La salma giaceva nei pressi di un rudere in contrada Padula, a poche centinaia di metri dal confine tra le due regioni. L'uomo sarebbe stato picchiato selvaggiamente fino a morire: sul fatto indaga la Procura di Larino (Campobasso), competente per territorio. 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Intanto la Asl offre la possibilità di sottoporsi a test antigenici gratuiti presso gli hub vaccinali di Lanciano e Chieti.

Un importante ausilio per la ricostruzione del grave episodio è stato dato sia da alcune testimonianze e poi dalle immagini riprese dall’impianto di videosorveglianza comunale.

Le cause del gesto potrebbero essere legate al fatto che l'uomo fosse malato gravemente.

A partire da lunedì 16 maggio, le pattuglie della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri in sevizio nel capoluogo saranno dotate di pistole a impulsi elettrici del tipo TASER.