Lunedì 04 Marzo 2024

Cronaca

Protesta trattori in Val di Sangro, costi di produzione molto elevati e ricavi sempre minori.

02/02/2024 - Redazione AbruzzoinVideo

Anche gli agricoltori dei comprensori Frentano e Vastese hanno protestato oggi con una manifestazione che si protrarrà per tre giorni, fino a domenica.

Anche gli agricoltori dei comprensori Frentano e Vastese hanno protestato oggi con una manifestazione che si protrarrà per tre giorni, fino a domenica. Il corteo è partito alle 10 dal lungomare di Fossacesia per raggiungere Atessa, in località Piazzano, dove ci sarà un presidio permanente fino alle 17 di domenica 4 febbraio. Nel lungo tragitto i mezzi agricoli sono transitati sulla Statale Fondovalle Sangro ben oltre le ore 13. Non eccessivi i disagi per gli automobilisti.

La protesta è pacifica supportata dallo slogan "Salvaguardiamo il nostro cibo e salveremo il futuro di tutti". Sempre oggi, alle 15, il corteo ripartirà per raggiungere il centro di Atessa per poi far ritorno al presidio. La manifestazione è organizzata da Co.sp.a, comitato spontaneo agricoltori. L'amministratore del gruppo Cospa, Dino Rossi, dice: "Buona riuscita della manifestazione con la presenza di tanti agricoltori.Anche l'agricoltura abruzzese è attanagliata da problematiche diventate incancrenite. Non dobbiamo più coltivare, costretti a sottostare alle scelte ambientaliste di una Europa selvaggia col progetto rewilding europe, ecco perché l'attacco alle aziende costringendole a chiuderle con prezzi dei nostri prodotti che valgono meno dei fertilizzanti e delle sementi; per acquistare un litro di gasolio occorrono 5 litri di latte al netto delle spese. E poi la fauna selvatica è diventata un problema grandissimo e viene sfamata dal mondo agricolo, ma poi si paga appena il 16% del danno subito, infine i fitofarmaci sono sempre più costosi e meno efficaci".

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Atessa

Potrebbero interessarti

La squadra Mobile della Questura di Teramo ha eseguito otto misure cautelari in carcere e perquisizioni in diverse località, comprese le case circondariali di Teramo, Viterbo, Pescara e Roma Rebibbia. I reati contestati sono spaccio di sostanze stupefacenti e accesso indebito a dispositivi di comunicazione da parte di detenuti.

"Ditemi cosa devo fare". Sono le parole pronunciate ai poliziotti, subito prima di aprire la porta e lasciarli entrare in casa, dal 23enne di Pescara che per 44 ore è rimasto sul parapetto del suo balcone, al quinto piano di un palazzo del centro della città, minacciando il suicidio.

La Sasi comunica che a seguito di segnalazione di controlli interni riconducibili a situazioni di disagio per gli utenti nelle ore di maggior consumo della risorsa idrica, si necessita, oltre alle interruzioni settimanali già programmate e comunicate, di un intervento di interruzione della fornitura non differibile

Con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari i finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno portato a termine un articolato controllo antiriciclaggio e di polizia economico-finanziaria nei confronti di un’attività “compro oro” presente nel territorio marsicano.