Domenica 19 Settembre 2021

Cronaca

Pescara, manifestazione contro green pass, gli organizzatori saranno denunciati

25/07/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Pescara, manifestazione contro green pass, gli organizzatori saranno denunciati

La Polizia Scientifica ha raccolto una vasta documentazione fotografica, utile all’identificazione delle persone e alla documentazione di quanto accaduto e annuncia provvedimenti.

La polizia di Pescara annuncia denunce e sanzioni dopo la manifestazione di protesta di ieri promeriggio nel corso della quale circa 800/1000 persone, secondo le forze dell’ordine, in parte aderenti ai movimenti NO Vax , Governo del Popolo e “Io Apro”, sono confluite in piazza della Rinascita, aderendo ad un’iniziativa nazionale lanciata sui social nei giorni scorsi per protestare contro il cosiddetto Green Pass.

“La manifestazione, non preavvisata, evolveva in un corteo non autorizzato. – si legge in una nota, che ripercorre i fatti accaduti - I manifestanti in un primo tempo diretti verso il lungomare, hanno stazionato nei pressi della nave di Cascella per poi dirigersi su Corso UmbertoI  dove il presidio della polizia ha evitato che un alterco con i promotori di un gazebo di Forza Italia evolvesse negativamente. Successivamente il corteo, anticipato e seguito dalle forze di polizia e dalla polizia municipale, si è diretto verso il Palazzo del Governo, dove i vari promotori hanno preso a turno la parola per protestare contro la politica del governo e l’ipotizzata dittatura sanitaria. La manifestazione si è conclusa alle 19.40.”

La Polizia in un comunicato spiega che "i promotori, molti dei quali già noti alla DIGOS verranno denunciati per aver partecipato ad una manifestazione non autorizzata. Verranno inoltre sanzionati amministrativamente per essersi assembrati senza indossare la mascherina. La Polizia Scientifica ha raccolto una vasta documentazione fotografica, utile all’identificazione e documentazione delle attività illecite poste in essere".

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Lo annuncia la Asl che si unisce al cordoglio e si fa portavoce dei colleghi della neonatologia di Chieti e dei tanti piccoli pazienti che la dottoressa ha curato, che vogliono ringraziarla per la sue grandi doti professionali e per il suo cuore grande.

L'avvocato 48enne di Pescara era scomparso sulla Maiella oltre due anni fa.

Cerimonia a Pescara alla quale hanno partecipato i familiari, la signora Giuseppina e il figlio Alberico, le autorità civili, militari e religiose.

70 pazienti (-3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 7 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva