Domenica 21 Aprile 2024

Cronaca

Pescara, guidava ubriaco in modo spericolato il tir sulla A14, la polizia ritira la patente ad un camionista

18/01/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Pescara, guidava ubriaco in modo spericolato il tir sulla A14, la polizia ritira la patente ad un camionista

L'uomo è stato sorpreso dalla polizia in pieno sorpasso ad alta velocità di una colonna di autotreni

Poteva essere tragico il bilancio della giornata di lunedì sull’autostrada A14 in assenza del pronto intervento degli operatori della Polizia di Stato. Nell’ambito degli ordinari servizi di vigilanza stradale in ambito autostradale, nel tardo pomeriggio, la Polizia Stradale di Pescara ha ritirato la patente di guida ad un conducente di un mezzo pesante che, incurante del divieto segnalato, ha sorpassato una colonna di autotreni su un viadotto dell’A14.

Come se non bastasse, al momento del controllo l’uomo è risultato positivo all’alcool test con un tasso di 2.20 g/l. Immediato il ritiro della patente di guida e il fermo amministrativo del mezzo da parte degli Agenti di Polizia 

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.

Nella mattinata odierna il sindaco Diego Ferrara ha firmato una nuova ordinanza di interdizione e a tutela dell’incolumità pubblica, a causa del dissesto idrogeologico. L’atto riguarda il Condominio Bella Dormiente situato in via don Giovanni Minzoni.

Oggi, in Corte d'Assise a Lanciano, Francesco Rotunno, 65 anni, ha testimoniato riguardo al tragico evento che ha portato alla morte della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto il 12 febbraio 2023 nella loro casa a Casoli (Chieti). Rotunno è accusato di aver strangolato la madre.

Fim, Fiom e Fismic esprimono un giudizio negativo su quanto emerso nel confronto di oggi al ministero a Roma