Domenica 21 Aprile 2024

Cronaca

Pescara, eroina e cocaina e soldi in un'abitazione di Porta Nuova, la Polizia arresta una coppia

19/01/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Pescara, eroina e cocaina e soldi in un'abitazione di Porta Nuova, la Polizia arresta una coppia

Gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione della coppia che ha cercato di disfarsi della sostanza ma invano. Indagato a piede libero anche il figlio.

In questo periodo si sono intensificati i controlli ed il numero di pattuglie della Polizia di Stato. Nell’ambito dei servizi disposti dal Questore di Pescara Luigi LIGUORI, la Squadra Volante ha arrestato in flagranza una coppia, entrambi di 50 anni, per detenzione di sostanza stupefacente, ed indagato a piede libero il figlio dei due ed un altro uomo di 57 anni. In particolare, gli agenti, avendo il concreto sospetto che, presso l’abitazione della coppia, fosse custodita della sostanza destinata allo spaccio, hanno predisposto un servizio di osservazione, cinturando l’edificio per impedire eventuali fughe o recuperare qualsiasi cosa potesse essere, eventualmente, lanciato dalle finestre e quindi fare accesso nell’abitazione.

L’ingresso nell’immobile, posto al piano rialzato di una piccola palazzina, ubicata in zona Porta Nuova, è avvenuta in maniera sincronizzata, sia dalla porta principale che da quella posta sul retro dello stabile. Una volta entrati, in maniera fulminea, gli agenti hanno individuato le persone presenti all’interno dell’abitazione, vanificando gli abili tentativi posti in essere dai coniugi di disfarsi dello stupefacente. Nell’appartamento, oltre alla coppia di coniugi erano presenti il figlio della stessa e un altro individuo, che hanno inizialmente rifiutato di aprire la porta, ma l’azione decisa degli operatori di polizia ha permesso di sorprendere la coppia che ha tentato di far defluire la droga dallo scarico del lavandino.

Immediatamente è stata interrotta l’erogazione d’acqua e nel lavabo è stato possibile recuperare ciò che immediatamente prima si era tentato di scaricare, ovvero oltre 35 grammi di sostanza stupefacente, composta da cocaina ed eroina. La successiva attività di perquisizione, svolta in maniera minuziosa, ha permesso di individuare, nella camera da letto, un bilancino, e successivamente, accuratamente celati tra gli indumenti, due confezioni di banconote di vario taglio. Altro denaro veniva infine rinvenuto in altri ambienti dell’immobile, sempre ben nascosto. Per tale motivo, la coppia è stata tratta in arresto, mentre per le altre persone presenti è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio. Nel prosieguo della perquisizione, gli agenti hanno rinvenuto anche una pistola soft air priva del tappo rosso e due coltelli di grandi dimensioni. Il denaro rinvenuto, che ammonta ad oltre 21.000 euro, probabile provento dell’attività di spaccio, è stato posto sotto sequestro come anche la sostanza stupefacente ed il bilancino rinvenuto. Alla conclusione degli atti di rito, i coniugi verranno condotti presso strutture carcerarie della regione a disposizione dell’A.G., debitamente avvisata della misura precautelare adottata.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.

Nella mattinata odierna il sindaco Diego Ferrara ha firmato una nuova ordinanza di interdizione e a tutela dell’incolumità pubblica, a causa del dissesto idrogeologico. L’atto riguarda il Condominio Bella Dormiente situato in via don Giovanni Minzoni.

Oggi, in Corte d'Assise a Lanciano, Francesco Rotunno, 65 anni, ha testimoniato riguardo al tragico evento che ha portato alla morte della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto il 12 febbraio 2023 nella loro casa a Casoli (Chieti). Rotunno è accusato di aver strangolato la madre.

Fim, Fiom e Fismic esprimono un giudizio negativo su quanto emerso nel confronto di oggi al ministero a Roma