Domenica 21 Aprile 2024

Cronaca

Matricidio di Casoli, al via processo in Corte d'Assise

20/01/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Matricidio di Casoli, al via processo in Corte d'Assise

Respinta richiesta di perizia psichiatrica avanzata da avvocato

Si è aperto ieri davanti alla Corte d'Assise di Lanciano (Chieti) il processo per il matricidio di Casoli (Chieti) avvenuto il 12 febbraio 2023. Imputato di omicidio volontario, aggravato dalla premeditazione, è Francesco Rotunno, 66 anni, che, secondo il pm Mirvana Di Serio, uccise con una stretta al collo la madre Cesira Bambina Damiani, 88 anni. L'imputato, presente in aula, è difeso dall'avvocato Silvana Vassalli che in apertura del processo ha chiesto una perizia psichiatrica per accertare quale fosse allora e qual è lo stato psicologico di Rotunno, sia nei momenti antecedenti che seguenti alla morte della madre. La Corte ha respinto. A seguito di indagine dei carabinieri venne accertato che la donna, affetta da cecità bilaterale totale, morì per una stretta al collo con un laccio, mai trovato, o un foulard. L'omicidio è avvenuto nell'abitazione di corso Umberto I dove madre e figlio vivevano. A ritrovare il corpo in camera da letto fu la badante. Ai piedi della donna ormai senza vita c'erano indumenti come corredo funerario. Sul tavolo della sala da pranzo un biglietto con la scritta "Scusa a tutti", grafia dell'imputato. Dopo l'omicidio l'uomo fu ritrovato per strada con i polsi tagliati e in stato di ipotermia; fu ricoverato quindi in Psichiatria all'ospedale Renzetti di Lanciano prima di finire in carcere. Dal tentativo di suicidio fu salvato dai carabinieri. "Non so nulla, non ricordo nulla" ha sempre detto. Il 16 febbraio prossimo seconda udienza con i primi 5 testi dell'accusa.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Casoli

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.

Nella mattinata odierna il sindaco Diego Ferrara ha firmato una nuova ordinanza di interdizione e a tutela dell’incolumità pubblica, a causa del dissesto idrogeologico. L’atto riguarda il Condominio Bella Dormiente situato in via don Giovanni Minzoni.

Oggi, in Corte d'Assise a Lanciano, Francesco Rotunno, 65 anni, ha testimoniato riguardo al tragico evento che ha portato alla morte della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto il 12 febbraio 2023 nella loro casa a Casoli (Chieti). Rotunno è accusato di aver strangolato la madre.

Fim, Fiom e Fismic esprimono un giudizio negativo su quanto emerso nel confronto di oggi al ministero a Roma