Domenica 03 Marzo 2024

Cronaca

Lettomanoppello, Nascondeva 116 grammi di droga in una poltrona, blitz dei Carabinieri"

07/12/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Lettomanoppello, Nascondeva 116 grammi di droga in una poltrona, blitz dei Carabinieri"

Scattano le manette per un 35enne italiano, residente a Lettomanoppello, per possesso di droga che nascondeva in casa

Ieri mattina, i militari della Stazione Carabinieri di Lettomanoppello (PE),
nell’ambito di attività di controllo del territorio svolta per contrastare la criminalità comune,
avendo sospetto che un uomo già a loro conosciuto potesse detenere della sostanza stupefacente
e tenuto conto che il soggetto in questione era noto orbitare negli ambienti dello spaccio, hanno deciso di procedere a perquisizione personale e domiciliare.

Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria hanno rinvenuto, nel salotto dell’abitazione del fermato, celati all’interno di una intercapedine ricavata in una poltrona, circa 88 grammi di hashish e 28 grammi di marijuana. A quel punto è scattato l’arresto per il possesso della sostanza stupefacente oltre alla quantità
consentita per uso personale e il giudice ha disposto gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.


E’ infine necessario evidenziare che l’opportuna diffusione delle informazioni relative ai fatti
oggetto di indagine sopra descritti, in ragione della loro gravità e delle conseguenti innegabili
ragioni di interesse pubblico alla loro conoscenza, non deve comunque far trascurare che si tratta di
fatti e responsabilità riconosciute, allo stato, da un provvedimento precautelare.A quest’ultimo farà seguito il necessario vaglio processuale, di guisa che prima della conclusione di tutti i gradi di giudizio gli indagati non possono essere considerati definitivamente colpevoli dei reati ipotizzati a loro carico.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La squadra Mobile della Questura di Teramo ha eseguito otto misure cautelari in carcere e perquisizioni in diverse località, comprese le case circondariali di Teramo, Viterbo, Pescara e Roma Rebibbia. I reati contestati sono spaccio di sostanze stupefacenti e accesso indebito a dispositivi di comunicazione da parte di detenuti.

"Ditemi cosa devo fare". Sono le parole pronunciate ai poliziotti, subito prima di aprire la porta e lasciarli entrare in casa, dal 23enne di Pescara che per 44 ore è rimasto sul parapetto del suo balcone, al quinto piano di un palazzo del centro della città, minacciando il suicidio.

La Sasi comunica che a seguito di segnalazione di controlli interni riconducibili a situazioni di disagio per gli utenti nelle ore di maggior consumo della risorsa idrica, si necessita, oltre alle interruzioni settimanali già programmate e comunicate, di un intervento di interruzione della fornitura non differibile

Con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari i finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno portato a termine un articolato controllo antiriciclaggio e di polizia economico-finanziaria nei confronti di un’attività “compro oro” presente nel territorio marsicano.