Marted 18 Gennaio 2022

Cronaca

Lanciano, rapina Villa Martelli, confermate le condanne in Cassazione, Ghiviziu torna in carcere

12/11/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Lanciano, rapina Villa Martelli, confermate le condanne in Cassazione, Ghiviziu torna in carcere

Il romeno, accusato di aver svolto il ruolo di palo e autista durante la rapina, era l’unico della banda arrestata a trovarsi ai domiciliari da circa un anno con il braccialetto elettronico.

Dopo la recente pronuncia da parte della Cassazione che ha respinto tutti i ricorsi e confermato le condanne emesse dalla Corte d’Appello dell’Aquila il 24.09.2020, nei confronti dei 7 componenti del commando che fece irruzione nella villa dei coniugi Martelli nel settembre del 2018, è ora intervenuto un provvedimento restrittivo a carico di Bogdan Ghiviziu, considerato il palo e l’autista durante la rapina. 

Il romeno, già condannato ad otto anni in primo grado, era l’unico a trovarsi ai domiciliari da circa un anno con il braccialetto elettronico. Il Giudice del Tribunale di Lanciano gli aveva concesso i domiciliari ritenendo che non vi fosse ne’ pericolo di recidiva ne’ di fuga e permettendo così al 28 enne di poter tornare nella sua abitazione di Lanciano dopo 13 mesi di cella.

Ora, dopo la pronuncia della Cassazione, la pena, diventata definitiva, dovrà essere scontata in carcere e per tale motivo l’Ufficio esecuzioni Penali, a firma del Procuratore della Repubblica Mirvana Di Serio, ha disposto di condurre il condannato in un Istituto di detenzione per continuare l’espiazione della pena residue calcolata in 6 anni e 5 mesi. Il provvedimento di esecuzione della pena è stato eseguito dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, agli ordini del Comandante, il Tenente Giuseppe Nestola che hanno prelevato il GHIVIZIU dalla sua abitazione accompagnandolo presso la Casa circondariale di Lanciano.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Carabinieri

Potrebbero interessarti

Ennesima rapina a mano armata in Val di Sangro. Questa volta ad essere presa di mira la Tabaccheria Suriani di Atessa, nel centro di località Monte Marcone

Questa mattina nellla Scuola Media Inferiore Capograssi di Sulmona, un alunno ha colpito con un coltello da cucina un collaboratore scolastico. Dopo il gesto inconsulto il ragazzino si è dato alla fuga raggiungendo i nonni.

La Guardia di Finanza di Pescara arresta il trafficante e sequestra droga per mezzo milione di euro

Secondo le indagini dei carabinieri, la donna, già fortemente provata da una malattia invalidante, da due anni era costretta a subire le violenze fisiche e psicologiche da parte del marito.