Giovedì 06 Ottobre 2022

Cronaca

Lanciano, entrano nella camera ardente e rubano gli orecchini ad un'anziana defunta, rintracciati e denunciati

16/02/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Lanciano, entrano nella camera ardente e rubano gli orecchini ad un'anziana defunta, rintracciati e denunciati

La polizia ha individuato la coppia autrice del gesto esecrabile, una donna e un uomo già noti alle forze dell'ordine.

Gli agenti del commissariato di polizia di Lanciano il 15 febbraio scorso hanno indagato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria una donna di 32 anni e un uomo di 43 anni per aver vilipeso la salma di un’anziana donna nella camera ardente allestita nell’obitorio dell’ospedale civile di Lanciano.

La coppia, già nota alle forze dell’ordine per avere a proprio carico precedenti specifici di polizia, nel pomeriggio del 14 febbraio scorso, dopo aver svolto un sopralluogo nelle camere ardenti del nosocomio frentano hanno notato che una delle salme indossava orecchini in oro.

La coppia di balordi ha così atteso il buio ed è tornata all'obitorio per prelevare dalla bara dell’anziana defunta una borsetta contenente il portamonete con alcuni spiccioli e spogliandola degli orecchini in oro giallo che aveva ai lobi delle orecchie

Il giorno seguente il figlio dell'anziana si è accorto del furto ed ha avvisato il 113.

Il commissariato di Polizia di Lanciano ha inviato subito sul posto un equipaggio della squadra volante ed è stata avviata dal personale della squadra investigativa l'attività di indagine che ha portato di li a breve all' identificazione  degli autori del bruttissimo reato.

I due sono stati deferiti all' Autorità giudiziaria per la violazione degli articoli 110,410,624 e 625 del Codice Penale. Immediatamente sono stati rinvenuti gli orecchini oggetto di furto che sono stati sottoposti a sequestro penale. Successivamente, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, sono stati restituiti alla famiglia della defunta che ha formalizzato la denuncia querela. "Si tratta di un gesto esecrabile che offende il sentimento della pietas e del rispetto verso i defunti" Si legge nella nota del Commissariato di Lanciano.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Controlli massicci nei cantieri del territorio per verificare il rispetto delle regole volte ad scongiurare incidenti e morti bianche

Il Comando Provinciale di Chieti, con più operazioni, ha sequestrato circa 31.000 articoli di cancelleria, abbigliamento e vario genere, in violazione dell’art. 474 del Codice Penale (introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi) e del D.Lgs. 206/2005 (Codice del Consumo).

Una donna di 37 anni a bordo di una Twingo è rimasta ferita, sembra in maniera non grave, dopo che la sua auto, in seguito ad un tamponamento si è ribaltata.

I militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale hanno accertato, nel comune di Torrevecchia Teatina, l’illecita gestione di rifiuti costituiti da scarti di lavorazioni edili, utilizzati impropriamente per la realizzazione di un fondo stradale e di una rampa di accesso ad un impianto sportivo.