Domenica 21 Aprile 2024

Cronaca

La polizia di Avezzano ferma un extracomunitario, trovato in possesso di droga e di una patente contraffatta

22/01/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
La polizia di Avezzano ferma un extracomunitario, trovato in possesso di droga e di una patente contraffatta

La patente esibita, è stata attentamente esaminata con una lente di ingrandimento e con una lampada a raggi UV, ed infine esaminata dalla Polizia Scientifica per un controllo strumentale.

 Nell’ambito di controlli svolti dalla Polizia di Stato nel territorio marsicano, gli agenti della Polizia Stradale di Avezzano, in stretta collaborazione con il locale Commissariato, hanno sorpreso un cittadino extracomunitario in possesso di sostanza stupefacente a bordo di un’autovettura.

Durante il controllo, la patente esibita, attentamente esaminata con una lente di ingrandimento e con una lampada a raggi UV, previa comparazione con una “specimen” rilasciata dalla nazione di provenienza, è subito apparsa di dubbia autenticità, tanto da convincere gli agenti ad inviare il documento alla Polizia Scientifica per un controllo strumentale.

Il successivo esame ha confermato la contraffazione e per tale ragione la Polizia Stradale ha sequestrato l’auto del trasgressore per la successiva confisca ed ha deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria, in quanto il fermato si era reso responsabile della stessa violazione nel dicembre del 2022. È anche emerso che la patente di cui è stata certificata la contraffazione, è stata reperita nel mercato clandestino del suo paese di origine, al prezzo di duemila euro. Il documento era stato perfettamente riprodotto tanto che il soggetto, servendosene, aveva scorrazzato nel territorio marsicano fino a quando non è stato fermato dagli attenti operatori.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.

Nella mattinata odierna il sindaco Diego Ferrara ha firmato una nuova ordinanza di interdizione e a tutela dell’incolumità pubblica, a causa del dissesto idrogeologico. L’atto riguarda il Condominio Bella Dormiente situato in via don Giovanni Minzoni.

Oggi, in Corte d'Assise a Lanciano, Francesco Rotunno, 65 anni, ha testimoniato riguardo al tragico evento che ha portato alla morte della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto il 12 febbraio 2023 nella loro casa a Casoli (Chieti). Rotunno è accusato di aver strangolato la madre.

Fim, Fiom e Fismic esprimono un giudizio negativo su quanto emerso nel confronto di oggi al ministero a Roma