Venerdì 25 Settembre 2020

Cronaca

La Commissione Pari Opportunità di Giulianova sul femminicidio di Nereto.

11/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
La Commissione Pari Opportunità di Giulianova sul femminicidio di Nereto.

foto della Targa apposta nella Sala Consigliare del Comune di Giulianova in memoria di tutte le donne vittime di violenza.

La presidente Marilena Andreani e l’Assessore alle Pari Opportunità Lidia Albani - "Le leggi oggi ci sono ma non bastano. E’ necessaria una grande rivoluzione culturale che parta dai giovani" -

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Giulianova interviene sull’ennesimo terribile caso di femminicidio che ha colpito l’Abruzzo, con l’assassinio di una giovane donna romena di Nereto, uccisa a coltellate dal marito. Oggi le leggi ci sono ma non ci proteggono sufficientemente, purtroppo, dalla violenza diffusa ed imperante che in questi anni ha ucciso centinaia di donne – dichiarano la presidente della Cpo Marilena Andreani e l’Assessore alle Pari Opportunità Lidia Albani – per tentare di risolvere il problema alla base è necessaria una grande rivoluzione culturale che parta proprio dai giovanissimi. La Cpo di Giulianova da nove anni ci sta provando, con l’istituzione di due concorsi, uno dedicato alla prima donna sindaco donna d’Abruzzo e membro dell’Assemblea Costituente Filomena Delli Castelli, e l’altro dedicato alla dottoressa oncologa Ester Pasqualoni, anch’essa vittima del suo assassino, coinvolgendo gli studenti delle scuole medie e superiori della nostra Regione. La nostra missione è sensibilizzare contribuendo a cambiare la cultura, partendo appunto dai giovani che saranno gli uomini e le donne del futuro – concludono Andreani ed Albani – solo così riusciremo a diffondere la cultura della parità di genere, della tolleranza e dell’amore al fine di debellare ogni forma di violenza.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Giulianova

Potrebbero interessarti

Rispetto a ieri si registrano 17 nuovi casi (di età compresa tra 12 e 66 anni). Il bilancio dei pazienti deceduti resta invece fermo a 477.

Oggi prima campanella per gli studenti abruzzesi. A Lanciano, i Carabinieri della Compagnia locale, in concomitanza con la riapertura degli istituti scolastici per l’anno 2020-2021, hanno predisposto un mirato piano di controllo straordinario che prevede la vigilanza nei pressi delle scuole di ogni ordine e grado e dei luoghi maggiormente frequentati dai giovani studenti.

In prima linea i Baschi verdi delle Fiamme Gialle che, nel corso di serrati di controlli in città, hanno individuato numerosi giovani trovati in possesso di droga da spacciare. Scoperti anche alcuni automobilisti alla guida senza patente e senza assicurazione.

Denunciato un 40enne di Francavilla al Mare. Rischia l'arresto fino a tre anni di carcere.