Marted 11 Agosto 2020

Cronaca

L’Assessore all’Ambiente Taralli: “al parco Cerulli di Giulianova interventi necessari con attenta valutazione per la pericolosità degli alberi.

27/08/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
L’Assessore all’Ambiente  Taralli: “al parco Cerulli di Giulianova interventi necessari con attenta valutazione per la pericolosità degli alberi.

“L’intervento al parco Cerulli è stato assolutamente necessario a causa del pesante stato di pericolosità degli alberi, i cui rami erano già rovinosamente caduti il 25 luglio proprio a pochi metri da alcune persone che si trovavano lì, tra cui un diversamente abile”.

Commenta così l’Assessore all’Ambiente Federico Taralli l’intervento a parco Cerulli che ha previsto il taglio di sei pini marittimi nel rispetto di tutte le valutazioni del caso. “Poteva verificarsi il peggio se quei rami avessero travolto dei cittadini nella caduta - continua Taralli - e sottolineo che prima di procedere con qualsiasi iniziativa abbiamo contattato l’agronomo del Comune che ha eseguito accurati esami di staticità, certificandone la pericolosità di abbattimento.

Si è agito quindi secondo le regole e la tutela dei cittadini, evitando la chiusura del parco e procedendo in maniera spedita e scrupolosa negli interventi. Potrebbero rendersi necessarie nuove operazioni di sostituzione di altre essenze al parco Cerulli che, ad un primo esame dell’agronomo, sembrano essere a rischio caduta ma aspetteremo più approfondite valutazioni. Ovviamente ci tengo a specificare che sono a disposizione 100 mila euro destinati alla già prevista piantumazione di nuove piante arboree, con interventi che partiranno a breve e termineranno a fine anno. Un’ azione che di certo restituirà dignità e decoro al parco, trascurato ed abbandonato all’incuria degli anni”. In allegato foto che testimoniano la caduta dei rami dei pini al parco Cerulli verificatesi il 25 luglio scorso.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Giulianova

Potrebbero interessarti

Il sindaco di Lanciano lancia un appello" Il virus è ancora in circolazione, dobbiamo evitare che si generi nuovo lockdown" vi invito a rispettare le norme"

“Non avrei mai voluto trovarmi di fronte ad una scelta del genere, ma quando si tratta di tutela della salute pubblica non ci sono altri argomenti che tengano. Come avevo già dichiarato in ripetute occasioni, abbiamo cercato fino alla fine di trovare una soluzione che salvasse la manifestazione tenendola ad un livello di dignità assoluta e tutelasse i nostri spettatori, ma abbiamo dovuto desistere”.

“Della situazione che si è venuta a verificare al Playa Blanco di Fossacesia Marina sono venuto a conoscenza ieri, nel tardo pomeriggio, quando sono stato contattato dalla titolare, Patrizia Spadano

Erano partiti dalla Badia di Sulmona (Aq), i due escursionisti toscani, una coppia di fidanzati di 28 e 32 anni, hanno percorso il Sentiero dello Spirito sul Morrone ed erano diretti a Rocca Caramanico (Pe). Purtroppo però la coppia toscana ha perso l’orientamento e ha imboccato un sentiero sbagliato che li ha portati in quota, nel territorio di Salle (Pe) a 1.900 metri di altezza.