Marted 12 Novembre 2019

Cronaca

Vasto, identificato l’automobilista che ha investito una passante con la figlioletta

19/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Vasto, identificato l’automobilista che ha investito una passante con la figlioletta

È stata identificata, grazie alla testimonianza di un passante, la persona che a bordo della sua auto, la mattina del 15 ottobre, ha investito in via Roma a Vasto una mamma con la figlia in braccio mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali, l’uomo non si era fermato a prestare soccorso dandosi subito alla fuga.

Sul posto erano immediatamente intervenuti gli agenti del commissariato, agli ordini del Vice questore aggiunto Fabio Capaldo, i quali, dopo essersi sincerati delle condizioni di salute di mamma e figlia, che fortunatamente non hanno riportato lesioni gravi, anche se la bimba è ancora ricoverata in ospedale in osservazione, hanno avviato le indagini per tentare di risalire all’identità dell’automobilista. Fondamentale è stata la testimonianza resa da un passante che ha consentito di individuare modello e targa dell’autovettura con la quale erano state investite. I poliziotti hanno identificato il proprietario del veicolo, il quale ha dichiarato che quella mattina non era alla guida dell’auto. Subito dopo gli agenti, attraverso l’acquisizione delle riprese video nei tratti stradali interessati dal passaggio dell’autoveicolo pirata negli istanti immediatamente precedenti l’investimento, hanno potuto inchiodare l’autore del reato. Si tratta di un anziano di San Salvo, riconosciuto anche dalla persona offesa. L’uomo per l’investimento avrebbe potuto rispondere penalmente esclusivamente del reato minore di lesioni colpose, in caso di querela. Tuttavia, in seguito all’omissione di soccorso, verrà denunciato in stato di libertà anche per tale più grave reato punito con la condanna alla reclusione da sei mesi a tre anni. La Polizia di Stato invita gli utenti della strada al rispetto delle enorme di comportamento, soprattutto onde evitare che a condotte colpose si aggiungano ipotesi dolose ben più gravi.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Polizia di Stato Vasto

Potrebbero interessarti

Alla presenza del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, del Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, del Presidente dell’Unicef Italia Francesco Samengo, verrà presentato oggi, presso La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, l’edizione 2020 del calendario della Polizia di Stato.

Il rogo è avvenuto la scorsa notte e sarebbe di origine dolosa

Ragazza di 34 anni aveva un tasso alcolemico più del doppio rispetto al limite consentito. Il padre ringrazia la Polizia Stradale.

Il G.I.P. del Tribunale di Chieti, De Ninis ha disposto la misura cautelare per l’aggressore, riconoscendone la pericolosità e la possibilità di reiterazione di reati contro la persona.