Domenica 26 Maggio 2024

Cronaca

I carabinieri di Borrello traggano in salvo coppia di 70enni dispersa tra i boschi, a fargli da guida un esperto allevatore

09/03/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
I carabinieri di Borrello traggano in salvo coppia di 70enni dispersa tra i boschi, a fargli da guida un esperto allevatore

La coppia si era spinta fino al Molise, trascorrere la notte all'addiaccio sarebbe stato davvero rischioso per la loro vita, ma il tempestivo intervento dei Militari dell'Arma ha evitato il peggio.

Doveva essere una giornata tranquilla da trascorrere immersi nella natura alla ricerca di funghi, ma si è trasformata in una disavventura, fortunatamente a lieto fine per due settantenni, un uomo e una donna residenti a Chieti che si erano addentrati nei boschi di Borrello.

A dare l’allarme alle 14.45 di ieri 8 marzo è stato l’uomo che quando ormai era chiaro che avevano perso l’orientamento per tornare sul luogo dove avevano posteggiato l’autovettura e la notte incombeva ha contattato la Centrale operativa dei carabinieri di Atessa mediante il numero unico di pronto intervento 112. 

Rapidamente sono scattati i soccorsi da parte della Stazione Carabinieri di Borrello i cui Militari si sono attivati per le ricerche contattando immediatamente uno dei dispersi che tramite l’applicativo WhatsApp è riuscito ad inviare le coordinate precise della posizione. Considerato che imminente era il calare del sole che avrebbe reso difficoltoso il recupero dei dispersi privi di adeguati mezzi per difendersi dalle basse temperature della notte, è risultato fondamentale ai militari l’apporto di un allevatore di Rosello, conoscitore della zona boschiva, che ha fatto da guida permettendo ai Carabinieri di raggiungere nel minor tempo possibile i due dispersi.

Dopo quasi due ore di cammino nella fitta boscaglia, con terreno a tratti fortemente impervio e con una visibilità ormai ridotta,data l’ora, intorno alle 17,30 i due dispersi che nel frattempo si erano spinti fino in Molise nel bosco di Vallazuna, nel comune di Pescopennataro (IS) sono stati recuperati dai ricercatori e trasportati in buone condizioni di salute fino a Borrello.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Una nave battente bandiera turca è stata detenuta dalla Capitaneria di porto di Ortona per rilevanti irregolarità riguardanti la sicurezza della navigazione e violazioni alle norme contenute nelle principali convenzioni internazionali sul trasporto marittimo. La nave fermata è una general cargo adibita al trasporto di cereali, lunga 100 metri e di 3500 tonnellate di stazza lorda.

“Molto è stato fatto ma c’è ancora tanto da fare” ha detto il presidente Basterebbe

La sostanza stupefacente, suddivisa in tre parti avvolte nell’incarto di alcuni snack, è stata rinvenuta in un vano tecnico all’interno di un condominio ATER nel quartiere Fontanelle.

Maxi operazione della Guardia di Finanza su tutto il territorio nazionale