Mercoledì 07 Dicembre 2022

Cronaca

Droga ed estorsioni nel Teramano, Carabinieri Giulianova sequestrano eroina, cocaina e hashish

18/09/2015 - Redazione AbruzzoinVideo

Nove misure cautelari, di cui cui 8 ordinanze di custodia in carcere, per traffico di stupefacenti ed estorsione aggravata: sono i numeri di un'operazione condotta dai Carabinieri della compagnia di Giulianova (Teramo), sotto la direzione del capitano Domenico Calore, e coordinata dal pm Luca Sciarretta. In un anno sequestrati un kg chilo di hashish, 150 grammi di cocaina e 100 grammi di eroina. A firmare le ordinanze il gip Domenico Canosa. A illustrare i dettagli dell'operazione "Ponte di legno" - dal luogo in cui, tra Giulianova e Roseto degli Abruzzi, furono eseguiti alcuni arresti - è stato il procuratore capo di Teramo, Antonio Guerriero, che ha sottolineato come le indagini, ancora in corso, potrebbero avere sviluppi. Gli inquirenti hanno scoperto "un giro d'affari oggettivamente rilevante, considerati gli elevati quantitativi di droga commercializzati dagli indagati", gestito principalmente da rom "di cui si è potuta constatare - ha detto il Procuratore - la particolare pericolosità sociale". Oltre a spacciare gli indagati avrebbero messo in atto vere e proprie attività estorsive nei confronti dei clienti che non pagavano il corrispettivo di quanto acquistato. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati anche 40mila euro, ritenuti proventi delle attività illecite.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

È caccia ad una BMW avvistata in diversi piccoli centri presi di mira dai ladri.

Fingendosi un ingegnere inglese i presunti truffatori erano riusciti ad ingannare la donna, facendole credere un interesse sentimentale nei suoi confronti e carpendo così la sua fiducia sui social avanzando subito dopo richieste economiche.

Gli inquirenti non escludono alcuna pista

“L’auspicio è che le indagini escludano il dolo, se tale ipotesi venisse però confermata, sarebbe un gesto gravissimo verso il sindaco e presidente della Provincia Francesco Menna, al quale va tutta la mia solidarietà e vicinanza”, così il capogruppo Pd in Consiglio regionale, Silvio Paolucci sull’incendio dell’auto di Menna.