Venerdì 18 Ottobre 2019

Cronaca

Donna uccisa a coltellate a Nereto, arrestato il compagno

10/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Donna uccisa a coltellate a Nereto, arrestato il compagno

L’ha uccisa colpendola con tre coltellate perché dopo 16 anni insieme voleva lasciarlo.

Ancora un femminicidio ed ancora una giovane mamma viene strappata alla vita drammaticamente. Il delitto passionale è avvenuto ieri pomeriggio a Nereto in provincia di Teramo. Il romeno Cristian Daravoinea camionista di 36 anni, ha ucciso la sua compagna Mihaela Roua, anche lei romena, operaia di 32 anni. La loro bimba era a scuola e fortunatamente non ha assistito alla terribile scena che l’avrebbe segnata per tutta la vita.



Subito dopo l’omicidio l’uomo è fuggito ma è stato rintracciato nella notte dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Teramo nel parcheggio di un albergo di Tortoreto lido a bordo di una Mazda nera, ed arrestato. L’uomo era ferito, si sarebbe auto inferto dei tagli con il coltello utilizzato per uccidere la compagna, ed è stato necessario ricoverarlo all’ospedale di Giulianova. Il romeno è stato poi interrogato per tutta la notte dal pm Davide Rosati. Ancora una famiglia distrutta da un momento di rabbia legato al possesso, pochi minuti di follia pura che hanno spezzato la vita ad una bella e giovane donna e distrutto la serena crescita di una bimba rimasta senza genitori.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Vasto Sud, hanno recuperato in A14 nei pressi del casello di Poggio Imperiale , direzione Sud, un autocarro rubato nella notte in provincia di Milano

Nei giorni scorsi i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara, hanno sottoposto a sequestro le quote di una società di capitali operante nel settore immobiliare ed un’autovettura, riconducibili di fatto ad un imprenditore fallito già destinatario di misura cautelare nello scorso mese di maggio

Incidente stradale stamane intorno alle 9.45 sulla strada provinciale 23, poco distante dal centro abitato della frazione di Caprara di Spoltore, in provincia di Pescara.

Gli uomini del Capitano Vincenzo Orlando, nella tarda serata di ieri, nel corso di uno specifico servizio posto in essere per l’individuazione di potenziali spacciatori, nell’area della Val di Sangro hanno intercettato un veicolo Fiat Grande Punto con a bordo due giovani che, dopo aver effettuato una repentina manovra di svolta, riprendeva la corsa a forte velocità.