Domenica 23 Febbraio 2020

Cronaca

Controlli dei Nas nelle case di riposo in diverse Regioni d'Italia, blitz anche nel Teramano da parte dei Nas Pescara

27/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Controlli dei Nas  nelle  case di riposo in diverse Regioni d'Italia,  blitz anche nel Teramano da parte dei Nas Pescara

I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni hanno denunciato in stato di libertà il responsabile di una struttura nel teramano.

Blitz dei carabinieri del Nas in numerose Case di Riposo per anziani a Viterbo, Pescara, Bari e Catania. Nell'ambito dell'importante operazione sono state indagate tre persone ed è stata proposta la chiusura immediata delle attività per un valore di 4 milioni di euro. Il NAS di Pescara, a conclusione dell' attività ispettiva ha invece denunciato in stato di libertà il responsabile di una struttura ricettiva per anziani, sita nella provincia di Teramo, con l’accusa di esercizio abusivo della professione e abbandono di persone incapaci. L’uomo aveva inoltre avviato l’attività senza la prescritta autorizzazione comunale e quindi, dopo la prevista segnalazione, è stata prontamente disposta la chiusura. In questo caso, il valore della struttura ammonta ad 1 milione di euro circa.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'incidente è avvenuto sulla ss84 che da Lanciano conduce a Castel Frentano, nei pressi di Di Nenno Gomme.

Impianti di sicurezza incompleti, ascensore fuori uso da settimane, mancanza di una navetta di collegamento al centro cittadino nei giorni festivi, sono alcune delle criticità della tratta ferroviaria San Vito-Lanciano e della stazione di via Bergamo che, segnalate dai lavoratori e dagli studenti pendolari, sono ora oggetto di un’interpellanza in Consiglio regionale a firma del consigliere del Partito Democratico Silvio Paolucci.

Andrea Ambrosini è il nuovo presidente dell'Ordine dei Notai dei distretti di Teramo e Pescara

Nel primo pomeriggio del 17 febbraio, personale del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, unitamente alla Polizia rumena, ha arrestato nella città di Satu Mare (Romania), il catturando TIBERIO Gianluca, classe 1983, originario di San Salvo resosi irreperibile dal 2016 dal territorio nazionale.