Marted 29 Novembre 2022

Cronaca

Chieti, truffa coppia di anziani con la telefonata del finto nipote in difficoltà, arrestato campano

21/11/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti, truffa coppia di anziani con la telefonata del finto nipote in difficoltà, arrestato campano

La polizia ha avviato un'indagine che ha consentito di individuare l'uomo e tutti i suoi spostamenti nelle fasi della truffa

Un uomo di 47 anni di Napoli è stato individuato ed arrestato dopo un importante attvità d'indagine della Polizia in quanto ritenuto l'autore di una truffa ai danni di una coppia di anziani.

 

 

Si tratta del solito stratagemma della telefonata in cui il balordo spiega ai malcapitati che loro nipote è in difficoltà e che per aiutarlo devono pagare una cifra. In questo caso l'uomo si sarebbe fatto consegnare 10mila euro dalla coppia. L’attività di indagine, della squadra mobile ha permesso attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza di ricostruire ogni spostamento dell’uorno. La Procura della Repubblica di Chieti, che ha accolto le risultanze investigative, ha richiesto e ottenuto, l’emissione degli arresti domiciliari nei confronti del 47enne di Napoli.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti ha accertato, a carico di un soggetto titolare di una ditta attiva nel settore edile, violazioni alle limitazioni dell'uso del contante, con operazioni volutamente frazionate, per l’acquisto di materiali edilizi.

Si tratta della seconda persona coinvolta nella grave aggressione avvenuta a Giugno che ha già portato all'arresto di un 38enne di Montesilvano. Individuato e denunciato dai carabinieri anche il terzo aggressore sempre del pescarese.

gli oltre 70mila euro ottenuti grazie all’aggiudicazione di fondi rientranti Fondo Europeo diSviluppo Regionale nel programma POR-FESR Abruzzo 2014/2020

Il Comandante Colonnello Antonio Caputo: tutela del consumatore contro incauti acquisti è fondamentale. fare attenzione ai prezzi troppo bassi e nel dubbio chiamare il 117, sempre a disposizione dei cittadini