Lunedì 17 Giugno 2024

Cronaca

Casalbordino, aggressione al ristoratore durante la festa patronale, divieto di dimora per un 34enne

28/11/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Casalbordino, aggressione al ristoratore durante la festa patronale, divieto di dimora per un  34enne

Si tratta della seconda persona coinvolta nella grave aggressione avvenuta a Giugno che ha già portato all'arresto di un 38enne di Montesilvano. Individuato e denunciato dai carabinieri anche il terzo aggressore sempre del pescarese.

I carabinieri della stazione di Casalbordino hanno dato esecuzione nei confronti di D.R.D., 34enne disoccupato con numerosi precedenti di Casalbordino, alla misura cautelare del divieto di dimora in tutti i comuni della provincia di Chieti emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Vasto su richiesta della locale procura della Repubblica per la violenta aggressione avvenuta sempre a Casalbordino a giugno scorso a margine della festa patronale in onore della Madonna dei Miracoli.

Quella notte D.R.D., in concorso con S.A., un 38enne di Montesilvano, ed un terzo correo, avevano aggredito per futili motivi e con violenza il titolare di una pizzeria dei Miracoli tanto da procurargli lesioni gravissime in particolare al volto. I carabinieri della locale stazione erano intervenuti nelle immediatezze ed avevano arrestato in flagranza S.A. mentre D.R.D. ed il terzo aggressore erano riusciti a dileguarsi.

Le indagini svolte dai carabinieri avevano condotto all’identificazione del terzo aggressore, si tratta di S.E., 21enne della provincia di Pescara e quindi alla denuncia in stato di libertà di entrambi alla procura della Repubblica di Vasto. Nei confronti di D.R.D. le indagini dei carabinieri sono proseguite anche successivamente ai gravi fatti narrati in quanto ha continuato a porre in essere gli stessi comportamenti violenti nei locali pubblici di Casalbordino, tanto che anche gli esercenti e l’Amministrazione Comunale avevano posto all’attenzione delle Autorità competenti l’attuale problematica.

Il Questore di Chieti, anche a seguito di questi ulteriori eventi, ha irrogato nei confronti di D.R.D. la misura di prevenzione del divieto di accesso in tutti i locali pubblici della provincia cd. D.A.Spo. Urbano. Ma anche questo provvedimento è risultato inefficace in quanto, a distanza solo di alcuni giorni dall’applicazione, i carabinieri di Casalbordino hanno rintracciato per due giorni di seguito D.R.D. nei pressi dei locali del centro urbano e lo hanno nuovamente denunciato in stato di libertà alla stessa procura della Repubblica che ha richiesto ed ottenuto dal G.I.P. la misura più incisiva del divieto di dimora nella provincia di Chieti.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Casalbordino Carabinieri

Potrebbero interessarti

C'è anche un'impresa con sede operativa a Vasto tra le 22 coinvolte nel gruppo delinquenziale scoperto dalle Fiamme Gialle di Treviso, dedito a truffe ai danni delle società di leasing. Le indagini, coordinate dalla Procura di Treviso, hanno portato alla denuncia di 30 persone Il gruppo proponeva beni industriali inesistenti alle società di leasing e non onorava i contratti.

Approvati Sub-Emendamenti per 7 Milioni di Euro, ma restano dubbi sui tempi di erogazione degli aiuti