Giovedì 16 Luglio 2020

Cronaca

Beni confiscati alla criminalità consegnati al Comune di Lanciano

18/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

Questa mattina l'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata ha consegnato al Comune di Lanciano due appartamenti al secondo piano di via Duca degli Abruzzi 6, confiscati con provvedimento del Tribunale di Chieti irrevocabile 22/2/2016.

Gli appartamenti saranno destinati ad ospitare gli uffici pubblici dell'Avvocatura comunale. I beni erano stati sequestrati nell’ambito di un’importante operazione condotta nell’aprile 2013 dalla Polizia stradale e dal commissariato di Lanciano, su ordine della Procura, che coinvolse due uomini arrestati in differenti inchieste per associazione a delinquere. Il tribunale di Chieti aveva disposto il sequestro di beni patrimoniali, per un totale di circa un milione e 700 mila euro. Nell’inchiesta che riguardava uno dei due arrestati, che era accusato di falso e truffa, era stata disposta la confisca dei suoi beni del valore di circa un milione e mezzo di euro, tra cui questi due appartamenti su corso Trento e Trieste a Lanciano, del valore di 404.500, che l’uomo, secondo quanto emerso nelle indagini, aveva acquisito nel tentativo di estorsione ai danni di una donna di Lanciano.
- “E' un cerchio che si chiude positivamente per la collettività, la giustizia ha i suoi tempi ma alla fine prevale sempre: due appartamenti di pregio, in una posizione centrale, sono stati confiscati alla criminalità e destinati alla comunità lancianese per sempre. Si tratta di un segnale forte che oggi vede il suo compimento ma che è partito nel 2013 con l'allora Procuratore di Lanciano dott. Francesco Menditto, che ringrazio insieme a tutti i protagonisti di questa bella storia a lieto fine. Qui saranno trasferiti dopo i lavori di adeguamento gli uffici dell'Avvocatura comunale che ora si trovano in via dei Frentani, proprio a sottolineare il valore non solo simbolico di questo trasferimento che aggiunge al pubblico e sottrae alla criminalità. Un bel giorno per Lanciano e i cittadini”, - commenta il Sindaco Mario Pupillo.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Intensificati i servizi di Polizia Stradale sulle strade che adducono a zone di montagna al fine di reprimere gli eccessi di velocità, causa della maggior parte dei sinistri stradali.

L'allarme è stato lanciato da un bosco situato alla base della parete est del versante orientale di Corno Grande, meglio conosciuto come il Paretone, sul Gran Sasso.

Dopo un'intensa attività di indagine la squadra mobile è riuscita a risalire a loro, dovranno rispondere di lesioni volontarie.

Un provvedimento frutto di una importante sinergia tra Prefettura Forze dell'ordine e DIA.