Domenica 21 Aprile 2024

Cronaca

Avezzano, la Polizia Ferroviaria arresta un cittadino marocchino

25/01/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Avezzano, la Polizia Ferroviaria arresta un cittadino marocchino

Era destinatario di un ordine di carcerazione invece era tranquillamente in giro. Per lui si aprono le porte del carcere


Ad Avezzano, gli agenti della Polizia Ferroviaria, nel corso di specifici servizi di prevenzione e repressione reati in ambito ferroviario disposti dal Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo, hanno proceduto al controllo di un 43enne cittadino marocchino che si aggirava all’interno della stazione ferroviaria con fare sospetto.


L’uomo, a seguito di una verifica in banca dati, è risultato destinatario dell’ordine di esecuzione di carcerazione emesso dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di L’Aquila dovendo espiare una pena di mesi 3, gg. 14 di reclusione e Euro 120.00 di pena pecuniaria.
Dopo le formalità di rito il cittadino è stato arrestato e accompagnato presso la Casa Circondariale di Avezzano.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Avezzano Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

La Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila ha confermato la sentenza di ergastolo per Alessandro Chiarelli, un 31enne di Popoli (Pescara), accusato di aver ucciso con 17 coltellate il suo amico e vicino di casa, Fulvio Declerch, 54 anni, e di aver gettato il suo cadavere nel fiume Pescara.

Nella mattinata odierna il sindaco Diego Ferrara ha firmato una nuova ordinanza di interdizione e a tutela dell’incolumità pubblica, a causa del dissesto idrogeologico. L’atto riguarda il Condominio Bella Dormiente situato in via don Giovanni Minzoni.

Oggi, in Corte d'Assise a Lanciano, Francesco Rotunno, 65 anni, ha testimoniato riguardo al tragico evento che ha portato alla morte della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto il 12 febbraio 2023 nella loro casa a Casoli (Chieti). Rotunno è accusato di aver strangolato la madre.

Fim, Fiom e Fismic esprimono un giudizio negativo su quanto emerso nel confronto di oggi al ministero a Roma