Venerdì 23 Febbraio 2024

Cronaca

Avezzano, la Polizia esegue misura cautelare di divieto di avvicinamento nei confronti di un marocchino

20/11/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Avezzano, la Polizia esegue misura cautelare di divieto di avvicinamento nei confronti di un marocchino

A denunciarlo la moglie che subiva da tempo maltrattamenti verbali e aggressioni fisiche da parte dell'uomo

Nella mattinata di ieri il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Avezzano, ha dato esecuzione ad una ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento al coniuge, una donna italiana, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Avezzano D.ssa D. Lombardi su richiesta del P.M. Dr. M.M. Cerrato, a carico di uno straniero di origine marocchina domiciliato in Avezzano.

Il provvedimento è scaturito al termine di un’attività d’indagine svolta dagli investigatori nel corso della quale sono stati raccolti numerosi elementi di prova ed emersi episodi di violenza che hanno determinato la segnalazione in Procura a carico del cittadino straniero per i reati di maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni.

In particolare l’uomo, come riferito dalla moglie in occasione di un recente intervento della Polizia, già poche settimane dopo il matrimonio aveva iniziato con  maltrattamenti, dapprima solo verbali e successivamente anche consistenti in aggressioni fisiche e minacce di morte, scaturite dal malcontento per l'affidamento ad una casa-famiglia del loro figlio minorenne. La vittima, inoltre, ha raccontato alla Polizia di temere per la propria incolumità, in quanto aveva paura di uscire di casa senza l'autorizzazione del marito, che era solito telefonarle insistentemente per controllarne ogni suo spostamento.

Gli elementi raccolti dagli investigatori hanno consentito alla Autorità Giudiziaria di confermare i gravi indizi di colpevolezza e la possibilità di reiterazione dei reati, circostanze che hanno giustificato la misura cautelare eseguita. L’indagato non potrà avvicinarsi alla moglie ed ai luoghi abitualmente frequentati dalla donna, mantenendo una distanza di almeno 500 metri e non potrà comunicare con lei in alcun modo neppure in via telefonica.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Avezzano Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Ieri pomeriggio, un 38enne rumeno ha fatto irruzione in un centro di accoglienza brandendo un'ascia, minacciando presenti e un addetto

I fatti risalgono al periodo 2016-2021. Secondo l'accusa, da quando la vittima aveva solo 14 anni.

I destinatari dei provvedimenti, appartenenti alla cerchia relazionale virtuale del citato cittadino tunisino, risultano usuari di profili social con contenuti tipici degli ambienti dell’estremismo di matrice confessionale

I carabinieri della compagnia di Atessa le hanno notificato il provvedimento che le impedisce di tornare nel comune di Archi per 4 anni