Marted 25 Febbraio 2020

Cronaca

Autocarro rubato a Milano recuperato in A14 Val di Sangro

08/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Autocarro rubato a Milano recuperato in A14 Val di Sangro

Gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Vasto Sud, diretti dal Vice Questore Fabio POLICHETTI e coordinati dal Comandante Ispettore Luca DI PAOLO, hanno recuperato in A14 nei pressi del casello di Val Di Sangro , direzione Sud, un autocarro IVECO rubato nella notte a Milano.-

Verso le ore 8:00 gli agenti hanno notato transitare all’altezza del casello di Lanciano un autocarro di nuovissima immatricolazione che procedeva a velocità sostenuta verso Sud.- Insospettiti, si sono messi all’inseguimento dello stesso ed anche con l’ausilio dei sistemi di rilevamento targhe, hanno immediatamente capito che si trattava di un mezzo rubato.- Sono stati allertati anche gli uomini della squadra di Polizia Giudiziaria della Sottosezione di Vasto Sud e poco dopo gli Agenti sono risusciti a fermare il veicolo rubato e a bloccare il conducente.- Questi, un uomo di 52 anni residente a Rozzano(MI) è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione.- Quello di questa mattina è stata l’ennesima operazione degli uomini della Polizia Stradale di Vasto Sud come azione contrasto ai furti nazionali ed internazionali di veicoli che, transitando in A/14, hanno come destinazione finale i mercati di della vicina Puglia. Anche in questo caso, l’autocarro rubato a Milano si stava dirigendo a Foggia.-

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Polizia di Stato furti

Potrebbero interessarti

Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione.

Riunione operativa questa mattina a Pescara, nella sede del Dipartimento regionale Sanità, per fare il punto sul Decreto d’emergenza sul Coronavirus, approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri.

E' risultato negativo il test sul campione biologico prelevato alla giovane ricoverata all'ospedale di Vasto, dove era arrivata dopo un accesso al pronto soccorso dell'ospedale di Lanciano.

Una ragazza di 17 anni, che ha riferito di essere di ritorno da Padova (dove ha trascorso un soggiorno dal 3 al 16 febbraio), si è presentata spontaneamente (accompagnata da un familiare con mezzi propri e non in ambulanza) nel primo pomeriggio di oggi al pronto soccorso dell’ospedale di Lanciano, accusando tosse e febbre.