Marted 12 Novembre 2019

Cronaca

Arrestato dai carabinieri il pugile che aggredì il ristoratore a Francavilla al mare

09/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Arrestato dai carabinieri il pugile che aggredì il ristoratore a Francavilla al mare

Il G.I.P. del Tribunale di Chieti, De Ninis ha disposto la misura cautelare per l’aggressore, riconoscendone la pericolosità e la possibilità di reiterazione di reati contro la persona.

Il 25 ottobre scorso M.S., 43enne consulente finanziario di Ortona (CH), si era scagliato contro Antonio Cicalini, un noto ristoratore di Francavilla al Mare (CH), procurandogli gravissime lesioni al volto con uno o due pugni, verosimilmente andati tutti a segno visti anche i suoi trascorsi da pugile. Tutto questo per una banale lite tra automobilisti. L’uomo è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare, coordinati dal PM Dott. Giancarlo Ciani, che, dopo una tempestiva attività investigativa e grazie anche alle testimonianze delle persone che si trovavano sul posto, in soli quindici giorni hanno ottenuto dal G.I.P. del Tribunale di Chieti, Dott. DE NINIS, la misura cautelare per l’aggressore, riconoscendone la pericolosità e la possibilità di reiterazione di reati contro la persona. L’accusa è quella di lesioni gravissime. La vittima è ancora ricoverata in condizioni gravi nel reparto di “Terapia Intensiva” dell’Ospedale di Popoli (PE) per le ferite alla testa. Quando questa mattina i militari gli hanno notificato l’ordinanza, l’aggressore ha mantenuto la versione iniziale, cioè che avrebbe sferrato un solo pugno al ristoratore e che le lesioni sarebbero state l’effetto della caduta. Ora è ristretto presso la sua abitazione ed attenderà l’inizio del processo.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Alla presenza del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, del Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, del Presidente dell’Unicef Italia Francesco Samengo, verrà presentato oggi, presso La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, l’edizione 2020 del calendario della Polizia di Stato.

Il rogo è avvenuto la scorsa notte e sarebbe di origine dolosa

Ragazza di 34 anni aveva un tasso alcolemico più del doppio rispetto al limite consentito. Il padre ringrazia la Polizia Stradale.

Bloccato dai Carabinieri con una Panda rubata con a bordo due centraline ed arnesi atti allo scasso.