Lunedì 25 Maggio 2020

Cronaca

Accoltellata a Francavilla al Mare, muore la 33 enne moldava

18/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Accoltellata a Francavilla al Mare, muore la 33 enne moldava

Non ce l’ ha fatta la 33 enne Moldava accoltellata da uno spasimante albanese a Francavilla lo scorso 4 settembre

Dopo aver lottato per oltre 44 giorni contro la morte non ce l’ha fatta la 33enne Aliona Oleinic, la donna di origine Moldava che il 4 settembre scorso era stata accoltellata da uno spasimante nel cortile della casa dove viveva a Francavilla al Mare. La donna era stata raggiunta da 12 coltellate infertegli da Roland Bushi, un albanese di 27 anni, in Italia senza fissa dimora, che si era invaghito di lei. L’aveva conosciuta in chat e da allora aveva tentato di conquistarla ma senza riuscirci, lei continuava a respingerlo e lo aveva fatto anche il giorno in cui lui si è presentato a casa sua. All’ennesimo rifiuto l’albanese ha perso la testa, ha estratto un coltello d cucina dallo zaino e l’ha colpita violentemente. La donna era stata trasporta all’ospedale di Chieti in gravi condizioni ed era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. L’ uomo era stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Chieti per tentato omicidio. Sembrava che le condizioni della moldava stessero migliorando ed invece il drammatico epilogo. La donna è morta stamane all’ospedale Gemelli di Roma dove era stata ricoverata Ora si aggrava la posizione di Roland Bushi che dovrà rispondere del reato di omicidio.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1168, con una diminuzione di 11 unità rispetto a ieri.

I militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pescara, a seguito di missioni di volo e mirata attività di polizia giudiziaria per la tutela del patrimonio ambientale e controllo del territorio, hanno eseguito un intervento nel Comune di Crecchio (CH), individuando un’area con numerosi autoveicoli fuori uso e abbandonati sul terreno vegetale.

In Abruzzo, dall'inizio dell'emergenza, sono stati registrati 3220 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall'Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall'Università di Chieti e dal laboratorio dell'ospedale dell'Aquila.

I servizi di controllo delle forze dell'ordine sono volti a verificare il rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di contenimento e contrasto del Covid-19