Domenica 16 Febbraio 2020

Cronaca

Abruzzese ubriaco minaccia dipendenti di un bar di Siena e picchia un agente penitenziario

08/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Abruzzese ubriaco minaccia dipendenti di un bar di Siena e picchia un agente penitenziario

Nel pomeriggio di ieri le Volanti della Questura sono intervenute in un un bar di via Aretina, dove un ubriaco, dopo aver molestato e minacciato ripetutamente alcuni avventori e dipendenti del locale, si è scagliato, colpendolo con violenza, contro un agente di polizia penitenziaria intervenuto per riportare la calma nel locale.

Libero dal servizio e testimone dei fatti, dopo essersi qualificato, l'agente di polizia si è coraggiosamente prodigato per allontanare l'uomo dal locale. Giunti subito sul posto i poliziotti delle Volanti sono riusciti con difficoltà, considerata l’energica resistenza opposta dall’uomo e solo con l’uso dei dispositivi di contenzione, a trattenere e bloccare l’aggressore che, nel frattempo, era riuscito a sferrare dei pugni, facendo sanguinare il volto del collega della Penitenziaria. Nonostante la presenza degli agenti l’aggressore, M.G., un abruzzese di 33 anni dimorante a Siena e già noto alle forze dell’ordine, dopo aver offeso e minacciato gli operatori, ha anche aggredito un agente delle Volanti, colpendolo violentemente alla spalla. Immobilizzato, è stato condotto in Questura. Sia durante il trasporto nell’autovettura di servizio che durante la permanenza in Questura per gli accertamenti di rito, l’uomo ha continuato imperterrito a tenere comportamenti violenti e minacciosi nei confronti degli agenti, cercando ripetutamente di colpirli anche con delle testate. M.G. è stato arrestato nella flagranza dei reati di violenza, minacce e lesioni nei confronti dell’agente della Polizia penitenziaria e degli agenti delle Volanti. La prognosi è rispettivamente di dieci e cinque giorni. L’arrestato, come disposto dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Siena, è stato condotto dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in regime di arresti domiciliari presso la sua abitazione di Siena. Ieri si è tenuta l’udienza innanzi al Tribunale di Siena, al termine della quale è stato convalidato l’arresto operato dalla Polizia.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Giovanni Legnini: “Onorato per la nomina, mi metterò a disposizione delle comunità"

La Squadra Mobile della Questura di Pescara ha denunciato A.F., 25 anni, un incensurato originario di Napoli, per il reato di frode informatica.

Il giovane era ossessionato dall'amore malato per la donna, la tempestava di messaggi le inviava fiori e nonostante l'intervento del marito e dei carabinieri nulla è servito a fermarlo.

La droga era nascosta nei barattoli dei ripiani della cucina.