Giovedì 13 Agosto 2020

Attualità

Assegnata a Francesca Cervellini la borsa di studio "Trampolino di Lancio - Stefania Spanò"

08/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Assegnata a Francesca Cervellini la borsa di studio "Trampolino di Lancio - Stefania Spanò"

La Borsa di Studio "Trampolino di Lancio - Stefania Spanò", bandita dalla Fondazione Abruzzese per le Scienze della Vita ONLUS nel febbraio scorso, è stata assegnata alla Dott.ssa Francesca Cervellini di Isola del Gran Sasso (TE), per un progetto di ricerca da svolgere presso il Dipartimento di Genetica dell'Università di Siviglia, Spagna, sotto la direzione del Prof. David Canovas.

Si è concluso il 30 giugno us il Bando di Concorso per la Borsa di Studio ”Trampolino di Lancio” (Career Springboard Scholarship) Stefania Spanò. Al bando hanno concorso 8 candidate provenienti da varie città dell’Abruzzo (Avezzano, Bisenti, Isola del Gran Sasso, Bussi sul Tirino, Martinsicuro, Fossacesia, Ortona) e Molise (Agnone). Le candidate, tutte molto giovani, laureate da meno di due anni in discipline scientifiche biomediche, hanno presentato progetti interessanti, da svolgersi in Svezia, Inghilterra, Spagna e Stati Uniti d’America. La cosa è tanto più sorprendente in quanto, a causa della pandemia, era molto difficile anche solo pensare di svolgere un progetto di ricerca in laboratorio, per di più all’estero. Tutte le candidate, invece, sono riuscite a prendere contatto con ricercatori stranieri e a presentare progetti ambiziosi, con vario grado di difficoltà. Ancora più interessante è stato scoprire come le candidate hanno espresso il loro legame con il territorio (Abruzzo o Molise) e la motivazione per la ricerca. Entrambe le condizioni erano indispensabili, perché la borsa di studio è stata bandita per ricordare Stefania Spanò, una giovane, nata in Molise e vissuta a Pescara, che aveva compiuto una splendida carriera scientifica, dagli studi svolti a Bologna, al Ph.D. ottenuto al Negri Sud, ai lunghi anni di ricerca all’Università di Yale, USA e all’Università di Aberdeen, Scozia. A meno di un anno dalla scomparsa di Stefania, grazie alla determinazione del marito Massimiliano Baldassarre, all’aiuto di molti colleghi e amici, all’impegno della Fondazione Abruzzese per le Scienze della Vita ONLUS, e soprattutto alla generosità di oltre 200 donatori, si realizza il sogno di mantenere viva la memoria di Stefania, aiutando una giovane abruzzese ad avviarsi alla ricerca scientifica, proprio nel campo della microbiologia. La vincitrice, Dott.ssa Francesca Cervellini, di Isola del Gran Sasso (TE), con laurea magistrale conseguita all’Università Politecnica delle Marche svilupperà un progetto dal titolo “Epigenetic regulation in fungi: the role of DNA methylation in Aspergillus”, presso il Dipartimento di Genetica dell’Università di Siviglia, Spagna, sotto la responsabilità del Prof. Canovas. Si rinnova l’idea che la ricerca si può svolgere in tutto il mondo ed è forse è uno dei pochi campi in cui siamo tutti davvero uguali. Grazie a Maria Benedetta Donati, Mariella Di Girolamo, Emanuela Guerra, Fabio Spanò, Manuela Stella, che hanno formato la commissione d’esame italiana e ai ricercatori di Scozia, Francia, Spagna, Stati Uniti d’America, che hanno formato la commissione d’esame internazionale. Anche in questo si intravvede l’eredità di Stefania, che era una convinta sostenitrice dell’internazionalità della scienza svolgendo la sua attività di ricerca in tre diversi paesi e intessendo collaborazioni con laboratori di tutto il mondo

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo ha annunciato il Presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Pescara Armando Foschi ufficializzando l’esito della seduta.

Ma il sindacato rileva il grande ritardo sulla predisposizione delle risorse umane necessarie per assicurare una riapertura delle scuole assicurando tutte le norme di prevenzione anticovid.

Il progetto ha visto numerosi Incontri e affollati laboratori in sei comuni del Chietino.

Prima fase dei lavori dell’Autorità di sistema portuale per il ripristino della massicciata che protegge la banchina commerciale. Incarico affidato alla ditta Ne.co Costruzioni per un quadro economico di 800 mila euro con lavori programmati nel 2021 per un altro milione di euro.