Marted 02 Giugno 2020

Politica

Vertenza call center L'Aquila: On Quagliariello presenta interrogazione al Governo per intervento urgente

06/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Vertenza call center L'Aquila: On Quagliariello presenta interrogazione al Governo per intervento urgente

L'intervento del Governo potrebbe scongiurare l'esito nefasto della vicenda che interessa il futuro di 157 lavoratori

“Raccogliendo il grido di allarme del territorio, presenterò immediatamente un’interrogazione parlamentare al ministro dello Sviluppo Economico per sollecitare l’assunzione di iniziative urgenti rispetto alla vertenza che interessa all’Aquila il call center coinvolto nella commessa Wind3”. Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, eletto per il centrodestra nel collegio L’Aquila-Teramo. “Le ultime notizie – afferma Quagliariello – non appaiono infatti per nulla rassicuranti rispetto alle condizioni dei 157 lavoratori del call center, sulle spalle dei quali a quanto pare si intenderebbe scaricare il peso economico e contrattuale di dissidi tra le imprese interessate nella vicenda. Si tratta di una situazione non sostenibile, per di più in un momento di crisi generale e in particolare in un territorio che ogni giorno lotta per risollevarsi dalle conseguenze del terremoto. E’ urgente – conclude - un intervento del governo che scongiuri con efficacia l’esito nefasto che ad oggi si prefigura”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

L'Aquila

Potrebbero interessarti

L'assessore regionale replica alle dichiarazioni dei sindacati: "Alle polemiche contrappongo i fatti"

Complicato coniugare sicurezza, sorveglianza e controllo con le aspettative che i cittadini nutrono per poter frequentare gratuitamente le spiagge

Intervista al neo Assessore Maria Patrizia Bomba, a cui sono state affidate le deleghe alla mobilità, commercio, digitalizzazione, agricoltura, lavoro e intervista al Sindaco di Lanciano Mario Pupillo.

E' l'ordinanza n° 66 in cui il presidente della regione Abruzzo Marsilio e l'assessore all'ambiente Campitelli chiariscono le misure da seguire per lo smaltimento dei dispositivi individuali nelle aziende abruzzesi