Domenica 05 Luglio 2020

Politica

Stop aumento pedaggi A24 e A25, Sigismondi (FdI): “Soddisfatto per l’approvazione del provvedimento”

28/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Stop aumento pedaggi A24 e A25, Sigismondi (FdI): “Soddisfatto per l’approvazione del provvedimento”

"Esprimo massima soddisfazione per l’approvazione da parte della Camera dei Deputati dell’emendamento che scongiura l’aumento dei pedaggi autostradali sulle autostrade A24 e A25.

Durante il dibattito alla Camera, ieri sera, è anche chiaramente emerso, nell’intervento dei rappresentati della maggioranza, che l’emendamento approvato è frutto dell’iniziativa del Presidente Marsilio, un elemento questo che fa definitiva chiarezza sulla paternità del provvedimento legislativo. È utile dire che il testo che la maggioranza aveva portato in commissione era sbagliato e peggiorativo rispetto a quello proposto da Marsilio. E in effetti il Ministero ha provveduto ad aprire una nuova trattativa per giungere a un’intesa tra MIT, Anas, Mef e Strada dei Parchi, volta in sostanza a recuperare il testo originario presentato dal Presidente della Regione alla Camera. Ringrazio pertanto Marsilio per il lavoro svolto e tutto il Parlamento per aver recepito le istanze degli abruzzesi”. - Così in una nota il Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'assessore regionale Campitelli ha focalizzato sugli importanti progetti inseriti ed approvati nel Piano regionale delle infrastrutture strategiche che riguardano la provincia di Chieti. Il segretario regionale D'Eramo si è soffermato sulla legge salva tribunali minori ma ha toccato anche il tema elezioni amministrative.

Febbo: avanti con il cronoprogramma stabilito.Lo stabilimento frentano diventerà luogo di riferimento all'interno della strategia aziendale.

L'ex attaccante neroverde questa volta scende in campo in politica. Di Stefano: "Con lui questa amministrazione sarà in grado di promuovere lo sport teatino”.

La capogruppo del M5s in consiglio regionale e componente della Commissione sottolinea: "Forse hanno paura delle nostre domande".