Venerdì 24 Maggio 2024

Politica

Regione Abruzzo: approvate le surroghe, il 23 Aprile prossimo la seduta del nuovo Consiglio Regionale d'Abruzzo

17/04/2024 - Redazione AbruzzoinVideo
Regione Abruzzo: approvate le surroghe, il 23 Aprile prossimo la seduta del nuovo Consiglio Regionale d'Abruzzo

Oggi nel corso dell'ufficio di presidenza si procederà alla proclamazione

La Conferenza dei Capigruppo ha votato per individuare i nominativi dei candidati alle ultime elezioni regionali che andranno a sostituire i Consiglieri eletti in prima battuta ma poi nominati assessori.

I nomi dei "surroganti" sono: Carla Mannetti per la Lega (Circoscrizione L'Aquila), al posto di Emanuele Imprudente; Marilena Rossi per Fratelli d'Italia (Circoscrizione Teramo), al posto di Umberto D'Annuntiis; Maria Assunta Rossi per Fratelli d'Italia (Circoscrizione L'Aquila), al posto di Mario Quaglieri; Antonietta La Porta per Forza Italia (Circoscrizione L'Aquila), al posto di Roberto Santangelo; Francesco Prospero per Fratelli d'Italia (Circoscrizione Chieti), al posto di Tiziana Magnacca. I Capigruppo di opposizione si sono astenuti al voto nel caso dell'individuazione della candidata Maria Assunta Rossi, che comunque ha ottenuto la maggioranza di voti favorevoli. Oggi, nel corso dell'Ufficio di Presidenza, si procederà all'atto di proclamazione dei Consiglieri surroganti, sarà poi nel Consiglio regionale del 23 aprile che verrà confermata la presa d'atto degli eletti. I cinque nuovi Consiglieri entreranno ufficialmente in carica dal giorno dopo la seduta.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La consigliera di Lanciano in comune: “E’ un fatto che l’orientamento del presidente Marsilio è quello di vendere la società, come è un fatto che il presidente Amoroso abbia cercato di scoraggiare questa scelta."

Dichiarazione dei senatori abruzzese e molisano di Fratelli d’Italia, componenti della commissione Antimafia, Etelwardo Sigismondi e Costanzo Della Porta, nel giorno del 32esimo anniversario dell'attentato terroristico mafioso in cui fu ucciso il giudice Falcone

L'assessore regionale al lavoro sottolinea il costante contatto con le parti datoriali e con i sindacati di categoria per mettere in atto misure utili a gestire questo momento difficile

"La Sangritana è cresciuta moltissimo sotto il primo governo Marsilio e la sfida che dobbiamo cogliere oggi è rafforzare maggiormente un importante asset regionale per non perdere quote di mercato significative, in un contesto che è sempre più competitivo e favorisce grandi aziende.