Sabato 16 Ottobre 2021

Politica

Elezioni Lanciano, Memmo (Lega) “Fratelli di Italia garantisca l’unità del centrodestra altrimenti si assumerà le responsabilità del tradimento nei confronti di città ed elettori”

31/07/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Elezioni Lanciano, Memmo (Lega) “Fratelli di Italia garantisca l’unità del centrodestra altrimenti si assumerà le responsabilità del tradimento nei confronti di città ed elettori”

Il coordinatore cittadino della Lega interviene duramente dopo l'annuncio del capogruppo di Fratelli d'Italia Paolo Bomba di voler fare un passo indietro per sostenere la candidatura di Filippo Paolini.

“Sono convinto che la lettera aperta di Paolo Bomba rappresenti una mera uscita personale e non anche in nome e per conto del partito di Fratelli d’Italia. Se così non fosse, sarebbe chiaro che il partito della Meloni non intende più far parte della coalizione di centrodestra con un evidente tradimento nei confronti degli altri partiti alleati e soprattutto degli elettori”.

Il coordinatore cittadino della Lega Fausto Memmo interviene in merito alle dichiarazioni rilasciate dal capogruppo cittadino di FDI Paolo Bomba che annuncia un sedicente appoggio alla candidatura civica dell’ex sindaco Filippo Paolini.

“In una coalizione rappresentata da due partiti con grande consenso quali Lega e Fratelli d’Italia, le interlocuzioni sono continue, la dialettica è viva e le rispettive ambizioni sono legittime. Ma la Lega non ha mai derogato ai principi della lealtà e fedeltà al raggruppamento dei partiti di centrodestra. Ci siamo sempre resi disponibili anche ad un passo indietro per il bene della città ma la sintesi deve avvenire al nostro interno. L’obiettivo comune deve essere quello di una crescita costante del centrodestra. Se Fratelli di Italia intende sottrarsi a tutto ciò, si assumerà la responsabilità della rottura e del conseguente tradimento nei confronti della città e degli elettori di centrodestra”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'esponente regionale della Lega: "Mi dica, il centrosinistra lancianese, in quale atto della Regione è scritto che il Renzetti è un ospedale di base e non un Dea di primo livello. So già che non mi risponderanno, per un semplice motivo: questo atto non esiste".

Pupillo: il manager dimostra disinteresse per Lanciano. Schael: "Sindaco di Lanciano in malafede, sul Pala Masciangelo ha torto marcio esiste un accordo preciso"

Obiettivo costruire il futuro di una città autenticamente inclusiva, dal punto di vista della mobilità e dell'urbanistica.

Febo, Rispoli e Raimondi: “Al lavoro sul protocollo operativo fra Enti”