Giovedì 02 Aprile 2020

Politica

Comune di San Salvo attento ai bisogni delle nuove generazioni

11/02/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Comune di San Salvo attento ai bisogni delle nuove generazioni

Il Comune di San Salvo da anni è attento ai bisogni delle nuove generazioni, senza proclami mette in atto interventi di sensibilizzazione e prevenzione, in silenzio e in punta di piedi, com’è giusto che sia quando si trattano determinati argomenti.

Dall’ultimo incontro svoltosi con il SERD (Servizio pubblico per le dipendenze patologiche) si è evidenziata la necessità di una maggiore attenzione della famiglia verso i giovani, e come siano le dipendenze e le percezioni, e così di conseguenza anche i tipi d’intervento. “Oggi è sempre più difficile attuare un intervento di strada in quanto sono cambiati i luoghi e le relazioni umane, oggi devono essere svolte attività che puntino a migliorare la condizione di singoli adolescenti, il loro protagonismo, il loro rapporto con il mondo degli adulti e soprattutto prevenire il disagio agendo sulle situazioni definite a rischio attraverso la promozione del benessere delle comunità locali” afferma il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca. L’ufficio Politiche Sociali quotidianamente abbraccia i più vari fabbisogni, dai nuclei multiproblematici in cui sono presenti difficoltà di varia natura che mettono in crisi il sistema famiglia ed espongono i soggetti più deboli cioè minori, anziani, disabili ed adulti problematici, ad un’amplificazione delle necessità di cura ed accudimento fino ai servizi di prevenzione e di cura. “Il servizio sociale professionale – spiega l’assessore alle Politiche sociali Oliviero Faienza – interviene con progetti individualizzati per i minori, sia dietro segnalazione delle scuole e sia tramite contatto diretto, in questi anni sempre più è il lavoro di rete che si sta creando con le altre istituzioni (scuole, ASL..) e con la Procura e il Tribunale dei minori che permette di avviare interventi direttamente in famiglia evitando le istituzionalizzazioni”. Non mancano incontri formativi e informativi sia con gli operatori del settore e la cittadinanza, sottoforma di convegni, corsi e presentazioni di libri. Dal 2013 presso le scuole è attivo il servizio di Think Family, un servizio che cerca di sostenere il benessere e la crescita psicologica dei ragazzi e delle loro famiglie tramite una professionista che ascolta e cerca di guidare chiunque vi si rivolga. Infatti ogni mese effettua circa 70 incontri individuali di supporto non solo alla genitorialità ma soprattutto è un punto di ascolto per i minori. “L’Amministrazione comunale sa bene – aggiunge il sindaco – che i giovani hanno bisogno di spazi autogestiti dove ognuno può esprimere le proprie capacità e i propri sogni, ed è per questo che ha aderito al progetto “Officina Educativa” che vede interventi rivolti ai minori tra gli 11 e i 17 anni che si pone come obiettivo quello di offrire un’opportunità alternativa di vivere l’ambiente urbano e la scuola, per fare in modo che diventino spazi dove conoscersi, esplorarsi e mettersi in relazione agli altri investendo ritessitura dei legami sociali e sul potenziamento delle risorse comunitarie”. Fondamentali sono i laboratori che coinvolgono i ragazzi, laboratori che spaziano da quelli di musica, teatro, lettura a quelli di street art e fotografia. Gli interventi sociali non sono e non posso essere più solo quelli dei decenni precedenti, perché la società è cambiata così come anche la percezione del disagio e di conseguenza devono cambiare gli interventi. La prevenzione deve essere fatta in modo indiretto, con il coinvolgimento e soprattutto rendendo protagonisti i destinatari a cui ci si riferisce, infatti fondamentali sono gli aiuti che vengono dalle parrocchie e dalle associazioni sportive, culturali e di volontariato, senza dimenticare che il ruolo fondamentale deve essere svolto sinergicamente dalla Famiglia, dalla Scuola e dalle Istituzioni, perché da soli non si va da nessuna parte, e il voler accusare uno piuttosto che l’altro ci fa perdere l’obiettivo comune che deve essere quello della tutela e del benessere della cittadinanza

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

San Salvo

Potrebbero interessarti

Di Michele Marisi: “Squallido chi non ferma la macchina di una spudorata campagna elettorale in un momento come questo”

L'assessore regionale condivide l'appello dell'ASL ed annuncia che si farà portavoce presso le diverse associazione di categoria dell'accoglienza turistica dell'Abruzzo

Il dramma sanitario che stiamo vivendo non può essere ridotto ad una battaglia di campanile, ne può diventare occasione di campagna elettorale per le amministrative dell’anno prossimo

Il capogruppo della Lega in Regione chiede misure più stringenti per la città a tutela della popolazione