Giovedì 02 Aprile 2020

Politica

Chieti: Bellachioma (Lega), ok tavolo per crisi idrica, soddisfazione per via-libera ministero

13/02/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti: Bellachioma (Lega), ok tavolo per crisi idrica, soddisfazione per via-libera ministero

La parola passa ora alla Regione Abruzzo, che dovrà far pervenire al ministero dell’Ambiente la richiesta ufficiale di convocazione del tavolo, e alla Sasi,

“Finalmente qualcosa si muove per fronteggiare la grave emergenza idrica che sta mettendo in ginocchio la provincia di Chieti. Dopo la nostra insistenza, il governo si è reso finalmente disponibile a convocare, come avevamo chiesto, un tavolo interistituzionale con Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e tutti i soggetti interessati. Ciò per avviare subito interventi di natura infrastrutturale e gestionale necessari per risolvere la situazione, mentre sono state sbloccate le economie di diversi piani di interventi. Esprimo dunque grande soddisfazione per questo risultato." Lo dichiara in una nota il deputato abruzzese della Lega, Giuseppe Bellachioma. " La parola passa ora alla Regione Abruzzo, che dovrà far pervenire al ministero dell’Ambiente la richiesta ufficiale di convocazione del tavolo, e alla Sasi, che dovrà far pervenire tempestivamente gli attesi studi di fattibilità degli interventi da realizzare per porre fine all'emergenza idrica. Continuerò in ogni caso a monitorare giorno per giorno la situazione affinché non si perda altro tempo prezioso”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Di Michele Marisi: “Squallido chi non ferma la macchina di una spudorata campagna elettorale in un momento come questo”

L'assessore regionale condivide l'appello dell'ASL ed annuncia che si farà portavoce presso le diverse associazione di categoria dell'accoglienza turistica dell'Abruzzo

Il dramma sanitario che stiamo vivendo non può essere ridotto ad una battaglia di campanile, ne può diventare occasione di campagna elettorale per le amministrative dell’anno prossimo

Il capogruppo della Lega in Regione chiede misure più stringenti per la città a tutela della popolazione