Lunedì 16 Settembre 2019

Politica

VINO: PRESENTATA 26ESIMA EDIZIONE DI 'CANTINE APERTE'

22/05/2018 - Redazione AbruzzoinVideo

Sono 34 le cantine abruzzesi che hanno aderito all'iniziativa nazionale "Cantine Aperte" in programma sabato 26 e domenica 27 maggio. È la festa del vino più importante d'Europa. Giunta alla 26esima edizione, l'iniziativa - promossa dal Movimento Turismo del Vino - apre le porte delle cantine ai winelovers desiderosi di scoprire il mondo e la cultura del vino direttamente nei luoghi di produzione. Le aziende proporranno interessanti programmi di visite guidate, degustazioni e vernissage artistici. "E' un evento promozionale importante che punta a valorizzare e stimolare il comparto enoico regionale - ha detto l'assessore all'agricoltura Dino Pepe -. L'enoturismo rappresenta infatti uno strumento straordinario utile a raccontare il territorio, e quest'anno, in occasione dei 50 anni della Doc Montepulciano d'Abruzzo, la manifestazione è un punto di riferimento per il mondo vitivinicolo". In Italia, il settore vanta 14 milioni di accessi e un fatturato di almeno 2,5 miliardi di euro. L'assessore al turismo, Giorgio D'Ignazio, illustra le peculiarità del settore: "L'enoturismo è un'occasione preziosa per la promozione, l'occupazione, le economie locali e per la tutela dell'ambiente - ha sintetizzato -. Mettere in rete le risorse di una regione come la nostra in cui il vino e il buon cibo sono fortemente interconnessi con le bellezze artistiche e paesaggistiche, a mio avviso, è un potenziale su cui dobbiamo scommettere". Alla presentazione hanno partecipato il presidente nazionale del Movimento Turismo del Vino, Nicola D'Auria, e il vice presidente regionale del Movimento Turismo del Vino, Stefania Bosco. "Il connubio agricoltura specializzata e turismo - ha detto l'imprenditrice Stefania Bosco - rappresenta il futuro per la nostra regione".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Gianluca Castaldi M5s è il neo sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento. Delusione nel Partito Democratico

Si è riunito il tavolo tecnico-politico convocato congiuntamente dalla Regione Abruzzo e dalla Regione Molise per analizzare le problematiche degli operai pendolari molisani ed abruzzesi operanti nella Val di Sangro e trovare soluzioni efficaci e percorribili.

"La Regione Abruzzo deve intervenire quanto prima su Fosso Grande e occuparsi della sua manutenzione ordinaria, per evitare che, con l'arrivo della stagione invernale, le famiglie che abitano vicino al fiume Pescara possano subire danni alle loro abitazioni e alle loro attività".

Trasloco Centro Anziani Lanciano interviene Graziella Di Campli (Fi), atteggiamento Giunta Pupillo deplorevole e superficiale in danno fasce più deboli