Giovedì 22 Ottobre 2020

La Regione Abruzzo lavora per il collegamento “Punta Penna di Vasto-Croazia”

20/06/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

L’aver accettato da parte del Comune e dei suoi amministratori la proposta della Regione Abruzzo di destinare somme importanti, in un primo momento previste per altre soluzioni, all’ottenimento del collegamento via mare Punta Penta di Vasto-Croazia, non può che farmi piacere”. Sabrina Bocchino, Consigliere regionale de La Lega, interviene sulla proposta che garantirebbe al Porto di Vasto di essere punto di riferimento turistico della Costa dei trabocchi con l’altra parte dell’Adriatico

 

 

“Sì, l’idea della Regione di portare a Vasto lo scalo per la Croazia, anche in virtù dei fondali del nostro Porto adatti per questo tipo di collegamento, sta diventando qualcosa di concreto perché ci crediamo, unitamente al potenziamento del bacino portuale d’intesa con gli operatori commerciali del territorio - prosegue e puntualizza Sabrina Bocchino -. Insomma, l’amministrazione regionale di centrodestra sta rivalutando le potenzialità di un’area, il vastese, che per troppi anni ha dovuto fare i conti con politiche di scarso interesse nei nostri confronti. E se il Comune ha condiviso idea e proposta della Regione di pensare ai collegamenti con la Croazia per finalità turistiche, significa che si è accorto che il cambio di passo voluto dalla giunta regionale a trazione Lega, non può che garantire risorse e risultati importanti all’intero territorio. Stiamo lavorando al progetto di collegamento con la Croazia, d’intesa con gli assessorati competenti, perché i circa 400 mila euro di finanziamento, che poi si aggiungeranno ad altri nelle successive annualità, determinino una certezza per il Porto di Punta Penna negli anni avvenire. In un quadro di sviluppo turistico che, con il brand della Costa dei Trabocchi in crescita e con la realizzazione della Via Verde, evolve di anno in anno. Renderemo partecipi di questo nostro progetto il Comune - conclude Sabrina Bocchino - nella speranza che lavori con le dovute attenzioni alle politiche di sviluppo turistico della città e dell’intero territorio, Concludo smorzando inutili polemiche sul Jova beach. La dimostrazione che i consiglieri regionali di Vasto e del vastese abbiano sostenuto il contributo di 80 mila euro deliberato dalla giunta regionale per garantire interventi di messa in sicurezza del Fosso Marino in occasione del concerto di Jovanotti a Vasto sta a significare che il colore politico per noi non conta al cospetto dell’interesse preminente dei vastesi e del nostro ambiente”.”.

 

CONDIVIDI: