Lunedì 24 Febbraio 2020

Turismo e Natura

Il VIDEO del meraviglioso spettacolo di centinaia di gru in migrazione sull'Abruzzo

22/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

Centinaia di gru stanno sorvolando proprio in queste ore l'Abruzzo nel loro viaggio di migrazione verso le aree di svernamento, come testimonia il video raccolto di questo pomeriggio a Torrevecchia teatina, in provincia di Chieti.

Con ogni probabilità sono individui provenienti dall'estremo Nord dell'Europa centro orientale, da paesi come la Finlandia, la Russia e la Polonia, dove nidificano. All'approssimarsi del duro inverno in quelle aree si muovono verso sud volando per alcune migliaia di chilometri. Questa specie protetta è fortunatamente in aumento e sono sempre più frequenti gli avvistamenti di stormi di decine o, come in questo caso, centinaia di individui. Anche grazie alle dimensioni rilevanti, ai versi che usano per tenersi in contatto udibili a chilometri (da cui il nome italiano di origine onomatopeica), e al caratteristico volo in formazione a V (in realtà usato anche da altre specie) il loro passaggio non sfugge anche agli osservatori meno attenti. Il piumaggio è di colore grigio e le dimensioni sono ragguardevoli visto che l'apertura alare spesso supera i due metri. Anche in letteratura e nell'arte la specie era spesso citata: si pensi, ad esempio, alla novella di Boccaccio "Chichibio e la gru". Di solito l'Abruzzo e l'Italia costituiscono solo aree di passaggio dove magari fermarsi per qualche giorno per alimentarsi durante lo spostamento. Poche rimangono a svernare in quanto in genere la loro meta finale sono le aree umide delle coste del nord Africa.

Un ringraziamento particolare alla signora Claudia Polce, segreteria dell'AIL Pescara, per questo video inviato alla STAZIONE ORNITOLOGICA ABRUZZESE ONLUS e acconsentendo alla sua diffusione.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Animali

Potrebbero interessarti

In un inverno troppo caldo e con scarso innevamento, sui prati ripidi di alta quota della dorsale dal Monte Petroso al Monte Metà, i branchi di camoscio appenninico hanno preferito rimanere sui pascoli di altitudine piuttosto che rifugiarsi nei boschi della Val Canneto e della Valle Pagana, come è loro consuetudine durante le stagioni invernali.

Si è svolto sabato 15 febbraio a Pero de Santi, nel Comune di Civita D’Antino, l’annunciato convegno “ViaggiAssaggia. L’enogastronomia come attrattiva turistica per l’Area dei Simbruini”, organizzato nell’ambito del Progetto per l’empowerment dei Comuni e delle istituzioni locali L.I.R.I. , in collaborazione con le DMC Marsica e Abruzzo Qualità.

L"Oscar" italiano del cicloturismo" è stato consegnato all'assessore regionale Mauro Febbo a Verona, in occasione del CosmoBike Show, il più celebre festival della bicicletta.

La Regione Abruzzo, su iniziativa dell’assessorato al Turismo, intende promuovere la creazione di una rete di strutture ricettive e di servizi complementari in grado di favorire lo sviluppo e la qualificazione dell’offerta cicloturistica, denominata “Abruzzo Bike Friendly”.