Lunedì 08 Marzo 2021

Turismo e Natura

Chieti, le cicogne bianche dormono sui fari dello stadio Angelini, i bellissimi scatti della Soa

24/09/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti, le cicogne bianche dormono sui fari dello stadio Angelini, i bellissimi scatti della Soa

Un gruppo di splendidi uccelli, che in questo periodo stanno migrando in Africa, ha scelto un luogo inconsueto per riposarsi prima di ripartire per il lungo volo che le aspetta.

Sono davvero meravigliose le cicogne immortalate questa sera da uno dei soci della Soa, Stazione Ornitologica abruzzese, che ci insegnano quanto sia importante "guardare in alto ogni tanto, poichè il cielo spesso nasconde gradite sorprese."

 

Ed è stata davvero una sorpresa per il signor  Giacomo Petaccia scoprire che circa una decina di cicogne bianche, che in questo periodo sono impegnate nella migrazione autunnale verso l'Africa, abbiano scelto un sito un po' inconsueto come dormitorio: le torri dei fari dello stadio Angelini a Chieti scalo.

"Diverse coppie da anni sono tornate a nidificare in Italia ma non sono note nidificazioni recenti in Abruzzo. - scrive la Soa - Considerando il trend della specie è possibile che presto questo magnifico uccello tornerà a sostare anche nella nostra regione. Invece osservare la Cicogna bianca in questo periodo di migrazione non è raro e spesso si osservano appunto su alti tralicci. Purtroppo a volte, lungo gli elettrodotti, è possibile trovare esemplari che vengono uccisi per elettrocuzione. Per questo è importante mettere in sicurezza le linee eletrriche, anche per evitare gli impatti accidentali con i fili."

 

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Chieti Animali

Potrebbero interessarti

Un percorso ciclabile da esplorare in ogni stagione che parte da Sante Marie per andare alla scoperta dei boschi e dei borghi del territorio comunale.

Ieri, nella sala incontri della sede camerale, è stato sottoscritto il Protocollo d’intesa denominato “Parchi del Centro-Sud” tra la Camera di Commercio di Cosenza, il Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, Val d’Agri-Lagonegrese, il Parco Nazionale del Pollino e il Parco Nazionale della Sila.

La Stazione Ornitologica Abruzzese ha appena concluso il censimento del raro rapace. La Regione si conferma una delle roccaforti della specie in Italia.

Il Parco Nazionale della Majella e i Comuni dell’Area Casauriense (Bolognano, Castiglione a Casauria, Tocco da Casauria e Torre dè Passeri) hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per un programma di valorizzazione dei patrimoni storici, architettonici e ambientali compresi nel territorio dell’alta Val Pescara e legati con la presenza del nucleo religioso dell’Abbazia di San Clemente a Casauria.