Giovedì 18 Agosto 2022

Sport

Guardiagrele, è il guardiese Gedeone Ranieri uno dei più giovani talenti italiani di motocross

28/06/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Guardiagrele, è il guardiese Gedeone Ranieri uno dei più giovani talenti italiani di motocross

La passione per la corsa sulla due ruote lo porta a competere nelle più importanti gare d’Italia dove si distingue per la sue capacità, ma con le sue vittorie non si è montato mai la testa anzi, Gedeone, dall’alto dei suoi 8 anni, vuole soprattutto divertirsi e restare prima di tutto un campione di umiltà

Non è stato facile strappargli qualche parola, perché Gedeone Ranieri, 8 anni, di Guardiagrele, è un bambino timido e dolce, ma quando infila il casco, indossa la maglietta con il numero 512 e monta sulla sua moto riesce a cacciare tutta la sua grinta, trasformandosi in un piccolo campione di motocross.

Questa passione così forte, che gli scorre nelle vene, non gli fa temere più nulla, anzi lo esalta, lo riempie di gioia, una felicità che si amplifica quando riesce a salire sul podio per stringere forte quella coppa e alzarla al cielo sfoderando il suo immenso sorriso.

Gedeone Ranieri ci ha detto solo questo: “Mi piace correre sulla moto, è una passione che mi ha trasmesso zio Tony, il fratello di papà, e quando sono sulla moto sono felice”. Poche ma significative parole per un giovanissimo atleta, ma dalle quali in realtà si possono leggere i suoi punti fermi, la famiglia, lo sport, la voglia di mettersi alla prova e dare il massimo per qualcosa che lo fa stare bene.

Il giovane guardiese, che ha iniziato a praticare questo sport già a 5 anni, prima con la moto da enduro, seguito dall’allenatore Massimiliano Presutti e poi passando al Motocross con il team di Daniele Pardi e Giuliano Pardi, della Pardi Racing Scuola Cross di Chieti, è ormai conosciuto negli ambienti italiani del campionato di motocross Junior, è un talento, un pilota che si distingue, che piace, e che cresce ogni giorno di più nel perfezionamento di quelle qualità necessarie per emergere in questo sport. Gedeone è agli inizi della sua avventura, ma senza dubbio si dimostra una promessa del motocross, anche se sia lui che la famiglia non tengano molto ai clamori e vogliano mantenere, seppur pervasi dalla soddisfazione, un low profile ed i piedi ben saldi a terra. Ma un talento abruzzese che fa parlare di se in diverse regioni italiane, deve essere conosciuto ed elogiato anche nella sua terra, non può vincere sempre il detto nemo propheta in patria.

Questo bambino, che a Guardiagrele frequenta la scuola primaria Modesto della Porta, nel plesso di Rione Cappuccini, dove tutti lo chiamano, alunni e docenti: “Il nostro Campione”, è un bambino bravo a scuola, che concilia, non senza sacrifici, lo studio con la sua passione per questo sport, dimostrando dedizione, determinazione e costanza. Hanno puntato su di lui il team, KTM Pardi Royal Pat, gli sponsor, il suo allenatore e il suo mentore, che sono riusciti e riescono ogni giorno a fargli superare qualsiasi momento di incertezza, a fargli vincere qualsiasi timore e a far sì che riesca esprimere a pieno le sue grandi potenzialità. Persone che credono nelle sue qualità, che cercano di prepararlo con allenamenti anche duri, che lo mettono alla prova. Il bambino è sereno e caparbio sa che per raggiungere dei risultati importanti, come è già accaduto più volte nel corso dell’anno, occorre disciplina. Tutto questo è sempre conseguenza di un solo importante motore per Gedeone ossia la voglia di divertirsi, come è giusto che sia per un bambino della sua età.

Ad assecondare la passione per questo sport ci sono i suoi familiari, il papà Gianni, la mamma Maria Grazia, lo zio, la sua sorellina gemella Marilina, la sorella maggiore Giovanna, che fanno tutti il tifo per lui, che lo sostengono, lo spronano e lo seguono in ogni trasferta.

Senza dubbio è una bella emozione guardarlo gareggiare, vedere questo bimbo di 8 anni partire dal cancelletto per poi sfrecciare sulla sua moto fianco a fianco ad altri giovanissimi piloti e a dare vita anche a salti spettacolari altissimi.

Il giovanissimo atleta sta collezionando importanti riconoscimenti: ha iniziato con la prima prova del Minicross Abruzzo Campionato Regionale, dove ha ottenuto la sua prima vittoria, e poi sempre primo sul podio del Campionato interregionale motocross Puglia Basilicata, un primo posto anche nel Campionato regionale Toscano, primo anche nella seconda prova di Campionato Centro Italia nel crossodromo di Colle Teste a Castel di Sangro, categoria mini 65 esordienti, e poi ancora una vittoria nella prima selettiva del Campionato Italiano Motocross Junior Montalbano Ionico, terzo posto nel Campionato regionale Savignano sul Panaro, secondo nella gara di Campionato Italiano Motocross Junior 2022 del centro sud e primo nella gara di Campionato regionale Abruzzo Molise Marche 2022 all’Aquila.

L’atleta guardiese il 4 e 5 Giugno è stato impegnato nella semifinale del Campionato motocross debuttanti a Castellarano, riuscendo a rientrare nelle gare finali del Campionato Italiano, che si sono svolte sabato e domenica scorsi. Il piccolo pilota ce l’ha messa proprio tutta sfidando i migliori atleti d’Italia, su 37 cadetti partecipanti Gedeone si è qualificato 30esimo ed è pronto ora a competere, con tutta la sua grinta, alle finali del Campionato in programma a settembre dove gareggeranno i migliori piloti dello stivale. Insomma possiamo ben dire che il piccolo Gedeone Ranieri è un orgoglio per tutti, non solo per Guardiagrele ma in realtà per tutto l’Abruzzo, dove questo sport non è molto conosciuto e forse se ne parla davvero poco. Ma soprattutto Gedeone è un esempio di impegno e dedizione per tanti bambini come lui.

 

 

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Guardiagrele

Potrebbero interessarti

Il Chieti Calcio Femminile è pronto per radunarsi il 18 settembre a Lettomanoppello in vista dell’inizio del campionato fissato per l’11 settembre (esordio casalingo contro il Women Matera Città Sassi) .

Ultimi preparativi per gli organizzatori di Ades Miglianico (Amici dello Sport) per quella che è la regina di tutte le competizioni podistiche nazionali che supera il mezzo secolo di vita.

Hanno avuto luogo sabato 30 Luglio al Bocciodromo di Giulianova (TE) i Campionati Regionali FIB Abruzzo cui hanno preso parte gli atleti primi e secondi classificati dei rispettivi Campionati Provinciali della Regione.

Si è disputata ieri mattina, al campo sintetico di Castel di Sangro, la partita di calcio a scopo benefico tra le squadre dei Medici di Pescara-L’Aquila e quella dei Medici di Napoli. Le due rappresentative non sono nuove ad iniziative di questo tipo, per la cronaca il match è terminato 4-1 in favore della formazione napoletana.