Lunedì 27 Gennaio 2020

Sanità

Via le barriere architettoniche nella ASL di Pescara

04/12/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Via le barriere architettoniche nella ASL di Pescara

Si è tenuta Ieri, nella sede della ASL di Pescara, una Conferenza Stampa per illustrare gli interventi eseguiti e quelli programmati a breve per l'abbattimento delle barriere architettoniche nell’Azienda

"Nuovi locali in cui si svolgono le attività delle per commissioni di invalidità e per il rilascio di patenti. Locali senza barriere e che hanno servizi igienici attrezzati per le esigenze di persone con difficoltà di deambulazione. L’accesso da via Renato Paolini è privo di barriere e sono presenti posti auto riservati. L’accesso da via Fonte Romana, ingresso malati, ha posti auto esclusivamente riservati a auto munite di contrassegno e Ambulanze. Per l’ingresso visitatori, in attesa della realizzazione di un ingresso accessibile, è stata prevista l’utilizzazione dell’ingresso a raso negli uffici di direzione con apposito e segnalato “percorso senza barriere”. - A renderlo noto è l'Assessore del Comune di Pescara Nicoletta Di Nisio - A questo si aggiungono: scivoli, porte scorrevoli e dislivelli superabili in modo migliore già attivati e altri in attivazione.



Sono stati poi individuati e concordati gli accorgimenti da inserire nel progetto del nuovo Pronto Soccorso. Nella Conferenza Stampa di ieri oltre all'Assessore Di Nisio erano presenti: Marco Stornelli, presidente dell'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili (ANMIC) di Pescara e Mariangela Cilli, segretaria dell'Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo. Per il Comune di Pescara era presente Luigi Albore Mascia, assessore all’Urbanistica. Per la ASL Antonio Caponetti, direttore Generale f.f. ASL, Antonio Busich, Direttore Servizi Tecnici e Manutentivi ASL e Fabrizio Aloisantonio dell’Unità Progettazioni e nuove Realizzazioni.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'assessore regionale alla sanità Nicoletta Verì in particolare fa chiarezza sui 143 milioni per l'edilizia sanitaria e risponde alle accuse sul progetto del nuovo ospedale lanciate dal sindaco Pupillo.

Mario Pupillo chiede risposte alla Asl sulla carenza di anestesisti e sul laboratorio analisi, ed accusa la Regione di lentezza.

Sono 1.016 gli ammessi alla prova scritta del concorso pubblico per 30 posti da infermiere bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti.

Lo sportello, realizzato in collaborazione con il Consorzio Sgs e la cooperativa "La rondine", sarà attivo da lunedì prossimo, 20 gennaio, presso le sedi del Servizio Dipendenze (Ser.D.) di Lanciano, Vasto e Chieti, dal lunedì al venerdì dalle ore 18 alle 20, e il sabato dalle ore 11 alle 13.