Domenica 17 Gennaio 2021

Sanità

Vasto, Marsilio e Verì al San Pio per attivazione nuova Tac per percorso Covid

06/11/2020 - Redazione AbruzzoinVideo

Il presidente della Regione: Marsilio: La nuova Tac ha sostituito una macchina vecchia di 15 anni

E' stata attivata la nuova Tac destinata al percorso Covid dell'ospedale "San Pio" di Vasto. Questa mattina il presidente Marco Marsilio e l'assessore alle politiche della Salute Nicoletta Verì hanno dato l'avvio al funzionamento del nuovo tomografo assiale computerizzato presso l'Unità operativa di radiologia del presidio vastese. Presenti il direttore generale della Asl Chieti-Lanciano-Vasto, Thomas Scheal, il direttore sanitario aziendale del presidio ospedaliero "San Pio", Angelo Muraglia, e il dirigente di presidio Francesca Tana. «Servirà nell'immediato per il percorso Covid che ha bisogno di diagnostica veloce e di uno strumento modernissimo. La nuova Tac ha sostituito una macchina vecchia di 15 anni - esordisce il presidente Marco Marsilio -. Questa Tac consentirà il potenziamento strutturale della diagnostica oltreché per l'utenza del vicino Molise». Per la realizzazione del nuovo ospedale di Vasto, il presidente Marsilio è chiaro: "Attendiamo dal tavolo dei ministeri vigilanti l'approvazione della rete ospedaliera che consentirà di avviare gli interventi legati all'edilizia sanitaria. I fondi ci sono, l'area dove sorgerà il nuovo ospedale di Vasto è stata già individuata. Andremo avanti spediti». L'assessore alle Politiche della Salute, Nicoletta Verì, illustra il percorso differenziato tra Covid e non Covid: "L'ospedale di Vasto rientra tra le strutture sanitarie che avranno a disposizione i fondi per la definizione dei percorsi differenziati - sottolinea l'assessore -. La direzione strategica ha rimodulato i posti letti per affrontare la crescita della curva epidemiologica. Siamo pronti ad affrontare le criticità che saranno presenti quotidianamente».(

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La postazione drive disposta da Asl e Arma dei Carabinieri rientra nell’operazione Igea, disposta dal Ministero della Difesa in collaborazione con il Ministero della Salute, che vede tutte le Forze Armate a supporto della Sanità locale.

1251 le persone che hanno ricevuto le dosi di vaccino contro il coronavirus in Abruzzo

Sarà Guardiagrele il primo comune nel quale sarà eseguito lo screening di massa per Covid-19 durante il prossimo week end.

Il direttore generale Giosia: la nostra ASl potrà contare sulle elevatissime competenze dei professionisti di un ospedale di eccellenza che, fin dalla sua fondazione nel 1869, è stato esclusivamente dedicato alle cure dell’infanzia.