Marted 12 Novembre 2019

Sanità

Emodinamica a Vasto, L'assessore Verì, nostro impegno c'è ma percorso sarà lineare

07/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Emodinamica a Vasto, L'assessore Verì, nostro impegno c'è ma percorso sarà lineare

L'assessore regionale alla Sanità commenta la vicenda dell'annullamento da parte del direttore generale Thomas Schael dell'acquisto per due angiografi, ordinati dai precedenti vertici aziendali.

"Da parte mia, del governo regionale e di tutta la maggioranza di centrodestra c'è la massima disponibilità e volontà di continuare a lavorare sulla possibilità di portare anche a Vasto un servizio di Emodinamica. Ma il nostro percorso sarà lineare e portato avanti con atti amministrativi coerenti e lineari, senza utilizzare procedure 'creative' e inopportune che hanno portato come unico risultato la necessità di revocare due delibere da parte della Asl". Lo puntualizza l'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, commentando la vicenda dell'annullamento - da parte del direttore generale Thomas Schael - dell'acquisto per due angiografi, ordinati dai precedenti vertici aziendali. "Le attrezzature non potevano essere destinate a Vasto - spiega ancora la Verì - perché al San Pio non esiste alcun reparto di Emodinamica, non solo di fatto, ma nemmeno negli atti programmatori della precedente giunta regionale. Ci saremmo trovati quindi di fronte a un enorme spreco di risorse pubbliche, con tutte le conseguenze che ne sarebbero derivate. Ribadisco che non abbiamo abbandonato l'idea di dotare il presidio anche di questo servizio, ma sono necessari passaggi ben precisi, su cui stiamo già lavorando".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo rileva unimportante Studio presentato a Chicago dal Servizio di Sanità animale della Asl Lanciano Vasto Chieti che sotttolinea I pericoli per l’uomo legati al consumo di carne cruda

L'importante strumento entrerà in funzione da domani mattina con i primi esami nell'ambito dello screening senologico

Una foto pubblicata dai dipendenti Asl sul proprio account Facebook, Twitter, Instagram o Linkedin e un hashtag per essere protagonisti della campagna antinfluenzale e dare il buon esempio.

Le "palestre della salute" opereranno nella prevenzione primaria delle più comuni malattie croniche non trasmissibili (tumori, diabete, patologie cardiovascolari e respiratorie), sensibili all'esercizio fisico.