Mercoledì 23 Settembre 2020

Sanità

Personale Asl, procedure più snelle per pensionamenti e dimissioni

02/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Personale Asl, procedure più snelle per pensionamenti e dimissioni

Il personale delle Asl abruzzesi, il cui rapporto di lavoro sia cessato dopo il 31 dicembre scorso, potrà essere sostituito dalle aziende senza ulteriori autorizzazioni da parte della Regione.

In questo modo si potrà far fronte, con tempestività, a eventuali situazioni di emergenza legati a dimissioni, trasferimenti e pensionamenti anticipati, in particolare legati a 'quota 100'. Lo precisa l'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, in una lettera inviata oggi ai direttori generali, in cui si chiariscono gli aspetti procedurali successivi all'approvazione in giunta dei piani triennali del fabbisogno di personale delle Asl (redatti in base alle linee guida approvate dalla Regione), con i quali è stato dato il via libera a 1755 nuove assunzioni. "Gli strumenti programmatori - spiega l'assessore - sono stati elaborati dalle aziende, applicando la metodologia approvata dalla Regione, tenendo conto dei dipendenti in servizio al 31 dicembre 2018 e delle assunzioni già previste. Tutte le altre necessità di personale, legate a situazioni contingenti come appunto la possibilità di chiedere il pensionamento anticipato, erano finora sottoposte a una procedura lunga e articolata, per niente funzionale alla soluzione delle criticità che le Asl si trovavano a dover affrontare celermente. Da oggi, invece, le aziende potranno operare in autonomia, fermi restando i vincoli legati ai tetti per la spesa di personale". Il nuovo sistema è frutto delle modifiche alla normativa nazionale di riferimento, con cui è stato riformato il decreto legislativo 165 del 2001, che regolamenta i rapporti di lavoro nella pubblica amministrazione. Modifiche che privilegiano lo strumento del piano del fabbisogno di personale (documento flessibile che può essere rimodulato ogni anno), rispetto al vecchio concetto della dotazione organica (che invece poco si prestava a far fronte a mutate esigenze del contesto d'azione). "E’ evidente quindi - conclude l'assessore - la portata innovativa dei Piani triennali del fabbisogno di personale, che consentono alle Asl di velocizzare le procedure di reclutamento del personale e di ridurre la spesa per personale a tempo a determinato, garantendo così migliori servizi sanitari ai cittadini abruzzesi".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo annuncia Francesco Marcucci segretario provinciale UIL FPL: Un accordo che premia l'impegno di chi ha messo a rischio anche la propria vita.

Grazie alla solidarietà la Asl Lanciano Vasto Chieti si dota importanti strumenti diagnostici.

Rispetto alla scorsa settimana è cresciuto il numero di test eseguiti. Lo comunica l'assessore regionale Nicoletta Verì.

L'assessore alla sanità ha anche annunciato che nell'ambito del Recovery Plan la regione Abruzzo ha chiesto al Ministero un miliardo e 341 mln di euro per la ristrutturazione degli ospedali abruzzesi.