Marted 05 Luglio 2022

Sanità

Ospedale Vasto, il direttore generale Schael incontra i primari e si impegna su personale e attrezzature

31/03/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Ospedale Vasto, il direttore generale Schael incontra i primari e si impegna su personale e attrezzature

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha incontrato congiuntamente al Direttore sanitario aziendale Angelo Muraglia, i primari del San Pio Michele Silla della Gastroenterologia, Francesco Matrullo della Ginecologia, Enzo Di Prinzio dell’Ortopedia, Claudia Sacchet della Geriatria e Gianfranco Di Mizio della Medicina.

“E’ un’organizzazione a rete che ci aiuterà a superare le carenze negli organici che in questo momento creano difficoltà all’ospedale di Vasto in particolare. Il momento contingente lo affrontiamo anche con il contributo degli altri presidi, e nel mentre vengono banditi i concorsi per assunzioni a tempo indeterminato di medici”.

Queste le parole del Direttore generale Thomas Schael ai primari del “San Pio” che ha incontrato congiuntamente al Direttore sanitario aziendale Angelo Muraglia. Erano presenti Michele Silla della Gastroenterologia, Francesco Matrullo della Ginecologia, Enzo Di Prinzio dell’Ortopedia, Claudia Sacchet della Geriatria e Gianfranco Di Mizio della Medicina. “Questo è un ospedale a valenza chirurgica che continua ad avere un ruolo centrale nella rete aziendale, oggi come in futuro - ha aggiunto il Direttore - .

Certo non possiamo, oggi, fare investimenti di tipo strutturale perché ci avviciniamo alla costruzione del nuovo presidio e non è ipotizzabile alcun intervento in quel senso per ovvie ragioni di corretto uso di denaro pubblico. Non si possono eseguire lavori di ristrutturazione per migliorare un presidio che sarà dismesso in un tempo non lungo. Ma sia sul fronte del personale che delle attrezzature la Direzione è pronta a fare tutto quanto si rende necessario, sempre nei limiti dei fondi di bilancio disponibili. E’ importante, però, che si cominci a ragionare in una logica aziendale e non individuale per singola unità operativa di ciascun ospedale. Vale per i professionisti e per le attrezzature".

Quest'ultimo aspetto è stato richiamato anche in riferimento alla dotazione della Gastroenterologia: Silla ha chiesto un riequilibrio della strumentazione, che Schael si è impegnato ad accogliere ma sempre pensando ad acquisti da effettuare secondo un criterio di omogeneità per tutta la rete aziendale. Che, a breve, sarà dotata di un unico sistema di acquisizione immagini e video e per la refertazione di esami endoscopici nei diversi presidi. E’ stata già bandita la gara per un importo di 600 mila euro. Fondamentale, dunque, per il Dg che le Unità operative vadano avanti insieme, lavorando in una logica di integrazione. Sarà rafforzato il personale medico in Medicina e Geriatria, con 2 nuove unità in arrivo reclutate con l’ultimo avviso appena concluso. Sul fronte dell’Ortopedia c’è l’impegno della Direzione a supportare l’organico con la collaborazione degli altri ospedali per il tempo necessario a espletare il concorso già bandito per assunzioni a tempo indeterminato. Nel corso dell’incontro è stato anche sottolineato il volume di attività chirurgica che l’Unità operativa ha prodotto, pari a circa 1.000 interventi, potendo sempre contare sul supporto della Direzione, che ha garantito la presenza degli anestesisti anche nei momenti più critici. Analoga attenzione è stata espressa per la Ostetricia e Ginecologia, che rappresenta una risposta di qualità per le donne di tutto il comprensorio e del vicino Molise, che esprime una domanda importante in questo ambito. In reparto, come promesso da Schael, saranno montati i nuovi testaletto, mai sostituiti negli anni, nella settimana dell’11 aprile.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'assessore alla sanità della Regione Abruzzo fa alcune precisazioni dopo aver appreso della protesta del dottor Nando Del Giovane, in sciopero della fame da ieri davanti all’ospedale di Pescara.

Saranno posizionate ambulanze con infermiere di area critica per prestare soccorso qualificato in regime di urgenza. Per l’assistenza sanitaria di base, invece, i turisti potranno rivolgersi a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta presenti sul territorio.

Il dottore ha guidato l’unità operativa negli ultimi anni ed è stato nominato a seguito di un avviso pubblico bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti.

Nei soggetti con infezione da SARS CoV-2 l’approccio chirurgico è decisamente più complesso.