Lunedì 04 Luglio 2022

Sanità

Oltre 5 mila partecipanti al concorso per infermieri della Asl della provincia di Chieti

21/04/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Oltre 5 mila partecipanti al concorso per infermieri della Asl della provincia di Chieti

L'Azienda sanitaria punta moltissimo sul concorso per colmare le carenze negli organici e garantire servizi di qualità.

Alla Fiera di Roma, nella giornata di oggi, hanno sostenuto la prova 5.342 candidati su 6.056 ammessi, con una percentuale pari all’88.2%, che ha superato anche le già alte aspettative della Direzione Asl.

Pari il numero dei partecipanti alle due sessioni, della mattina e del pomeriggio, a ciascuna delle quali si sono presentati poco più di 2.600 infermieri. Un ottimo riscontro, dunque, sulla forza attrattiva dell’Azienda sanitaria, che punta moltissimo sul concorso per colmare le carenze negli organici e garantire servizi di qualità anche offrendo stabilità alla professione infermieristica. La prova di concorso è stata strutturata in un test con 40 domande a risposta multipla (quella esatta andava individuata tra 4) formulate su un tablet consegnato a ciascuno all’ingresso dopo la registrazione. Un’ora il tempo a disposizione per rispondere alle domande. Il superamento della prova scritta è subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 49/70 .

L’elenco dei candidati che avranno superato la prova scritta sarà pubblicato nell’apposita sezione del sito web della Asl www.asl2abruzzo.it nella sezione “Avvisi e concorsi”. La Commissione ora procederà alla valutazione dei titoli, il cui punteggio sarà poi sommato al risultato della prova per per la formazione della graduatoria finale.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L'assessore alla sanità della Regione Abruzzo fa alcune precisazioni dopo aver appreso della protesta del dottor Nando Del Giovane, in sciopero della fame da ieri davanti all’ospedale di Pescara.

Saranno posizionate ambulanze con infermiere di area critica per prestare soccorso qualificato in regime di urgenza. Per l’assistenza sanitaria di base, invece, i turisti potranno rivolgersi a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta presenti sul territorio.

Il dottore ha guidato l’unità operativa negli ultimi anni ed è stato nominato a seguito di un avviso pubblico bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti.

Nei soggetti con infezione da SARS CoV-2 l’approccio chirurgico è decisamente più complesso.